25 settembre 2018 - 3:22 pm


Il blog più querelato del Nord

Breaking News

Adriana disumana Exxx…Polzive!!! la doppia faccia dell’avvocato Battistutta; di giorno fa finta di difendere i dipendenti, di notte s’intrallazza con gli enti locali che non li tutelano: incarico da 6.000 euri; abbiamo la faccia come il culo

Chi è l’avvocato Adriana Battistutta? E’ la presidente della Commissione Trattante di parte pubblica per il rinnovo del C.C.R.L. la professionista delegata dalla già presidente Serracchiani a tutelare gli interessi dei lavoratori degli enti locali del Friuli Venezia Giulia. Per condurre le scarse trattative, il suo compenso si aggira attorno ai 1.500 euri/mese. Fin qui tutto regolare. Tuttavia, alla fine dello scorso giugno scoppia un caso di treccartarismo ciclopico. La Battistutta, che dovrebbe occuparsi dei dipendenti pubblico impiego, lusingata dagli euri, abbandona l’etica per il portafoglio: è stata nominata legale di parte dell’ente friulano, contro il dipendente D.P. Compenso circa 6.mila euri. Il caso è rombante per il fatto che è stato uno degli ultimi atti firmati dal direttore dimissionario Giuseppe Manto. I fatti.

Il dipendente P.D. assunto il 16 marzo 1998 dal Comune di San Giovanni al Natisone con inquadramento nella quinta qualifica funzionale con il profilo di agente di polizia municipale e successivamente trasferito alle dipendenze dell’Uti del Friuli Centrale in base all’art. 56 della Legge Regionale del Friuli Venezia Giulia n. 26/2014, rivendica il diritto alle progressioni economiche e alle differenze retributive. Per far valere i suoi diritti, il dipendente P.D. si è rivolto all’avvocato Marco Quagliaro che ha presentato ricorso innanzi il Tribunale di Udine avente ad oggetto il diritto alle progressioni economiche, ritardato inquadramento e differenze retributive.

Diritti dei lavoratori che dovrebbero essere il sale della funzione per cui l’avvocato duble-face Adriana-badogliana-Battistutta, è pagata, ovvero rappresentante della delegazione trattante per conto delle parti sociali. Tuttavia, per difendere le proprie ragioni, il datore di lavoro, ovvero l’Uti Friuli Centrale, si oppone alle richieste del dipendente P.D. e individua nell’avvocato Adriana-badogliana-Battistutta il legale che dovrà istruire l’opposizione al ricorrente P.D.

Per l’incarico, la presidente trapezista della commissione trattante, riceverà dall’UTI Friuli centrale un compenso di 5.795,62; fatti salvi eventuali recuperi nei confronti del soccombente da proporre a giudizio esaurito. Abbiamo la faccia come il culo.

Related posts