17 Luglio 2019 - 8:43 am


Il blog più querelato del Nord

Breaking News

TragicoRiccardi Exxx…Polzive!!! Arde il Palazzo: Il direttore Centrale Salute, Gianni Cortiula, scarica l’assessore alla sanità di ForzaTragica; agricoltori ignorati sul caso fitofarmaci chiedono la testa di Zannier.

La notizia è iniziata a circolare nella mattinata di ieri, ma la genitura risaliva a qualche settimana prima. Cortiula, il dirigente sanitario con trascorsi a palazzo D’Aronco di Udine e in comune a Gorizia come vice-segretario, scarica l’assessore Riccardi di ForzaTragica.  Bufera sulla sanità Fvg e tensione alle stelle fra i due. Ufficialmente, Cortiula riconduce le ragioni delle dimissioni a questioni personali, ma pochi ci credono.

E’ un fine settimana sull’otto volante per la maggioranza regionale di centrodestra. Fedriga alle prese coi deliri dei NoVax; gli agricoltori, elettori del leghista, su tutte le furie: si sentono trascurati, incasinati e indagati dalla procura di Udine per i fitofarmaci: il caos generato dagli apicoltori, l’assenza totale dell’assessore regionale Zannier e le dimissioni avvolte nel mistero del direttore sanitario Gianni Cortiula che non regge lo stress cui è precipitato il comparto.

Due presidi chiave della maggioranza Fedriga, travolti improvvisamente dalla prima bufera di primavera. Situazione molto delicata che a Trieste si tende a minimizzare.

L’assessore Zannier, protettissimo dai vertici Lega, nel mirino degli agricoltori. Il delegato all’agricoltura è anche l’artefice del concorso mondiale del Sauvignon della settimana scorsa. Un bidone costato a pantalone 150 mila euri per due giorni di organizzazione e senza rendicontazione. Incarico affidato con con gara regolare ma furbetta alla Pregi di Udine, quota Damele. In quanto al direttore centrale Salute, Politiche Sociali e Disabilità, Gianni Cortiula, la situazione è pesante e le ricadute incerte. Lo stress sta travolgendo il dirigente. Il funzionario scelto da Riccardi, il 25 marzo prossimo se ne andrà.

E’ il primo scossone sulla sanità dell’era Riccardi-Fedriga.

Related posts