18 novembre 2017 - 8:13 pm


Il blog più querelato del Nord

Breaking News

DE TONI EXXX…POLZIVE!!! LE AMBIZIONI POLITICHE DI UN RETTORE RENZIANO SI SPEZZANO ALL’INAUGURAZIONE DELL’ANNO ACCADEMICO DELL’UNIVERSITA’ DI UDINE

Teatro nuovo Giovanni da Udine. Nessun rappresentante istituzionale del centrodestra friulano ha partecipato ieri alla cerimonia d’inaugurazione dell’anno accademico dell’università di Udine.

La presenza del capo dello stato, non è bastata a rimuovere il connotato renziano che il rettore Felice De Toni ha impresso all’ateneo friulano in questi ultimi anni. Alcune manifestazioni autoreferenziali e altri convegni con esponenti targati PD ed ospitati nelle sale dell’università, hanno indispettito i vertici del centrodestra regionale.

Riccardi, Novelli, Savino, Tondo, Ziberna e altri hanno declinato l’invito. Solo il presidente Fontanini, ha onorato il capo dello stato.

Il rettore De Toni, collocandosi apertamente col PD, ha infranto quel principio di terzietà istituzionale che un ateneo dovrebbe sempre conservare. Non è una novità che ambisse a candidarsi a presidente della regione al posto di Bolzonello, De Toni si era reso disponibile apertamente. L’applicazione del suo cantiere, riverberato sull’amplificatore cartaceo di v.le Palmanova, avrebbe dovuto trovare spazio in una giunta di centrosinistra regionale dove il rettore avrebbe svolto un ruolo da protagonista. Purtroppo, col PD in caduta libera e senza speranze, il magnifico si trova ora in un cul de sac senza uscita. Il centrodestra, vista la piegatura poco laica del rettore, ieri non aveva alcun interesse a partecipare alla cerimonia di centrosinistra.

Da questi elementi può iniziare, per il centrodestra Fvg, un’impegno di alto livello: affondare il Rettore politicamente schierato e salvare il simbolo della rinascita sociale, culturale ed economica del Friuli: l’Università di Udine.

Related posts