16 ottobre 2018 - 10:04 am


Il blog più querelato del Nord

Breaking News

Forza Italia Fvg Exxx…Polzive!!! Azzurri delusi, trasloco in massa verso la Lega di Salvini; Friuli isola felice dei berluscones: nessun trasloco

Silvia Sardone, consigliera regionale in Lombardia, la donna più votata d’Italia, fa la sintesi di Forza Italia: “…La corte dei miracoli che ha accerchiato Berlusconi, pensa solo a come conservare le poltrone”.  

In Friuli, per ora, si attende la nuova profilatura regionale del partito, ma niente scossoni e sono pochi i forzisti che, malgrado il malcontento per un partito che richiede coronarie in ordine, guardino alla Lega come futuro approdo politico. Tuttavia, l’assetto regionale del centrodestra, dopo l’elezione di Zanin a presidente del consiglio, consente di armonizzare meglio il rapporto fra gli azzurri e il presidente Fedriga; in Friuli molti consiglieri regionali azzurri possiedono un consenso personale certificabile; piuttosto, a livello regionale, si registrano importanti tensioni fra i militanti del carroccio che sono rimasti delusi da alcune nomine regionali compiute dal presidente, dalle commissioni ai nomi degli assessori, e non ultima, la questione delle dimissioni degli assessori-consiglieri, poi ci sono spigolature che coinvolgono alcuni comuni importanti. Diversa la situazione in giro per l’Italia, come la narra oggi Libero: 

“Il vero focolaio del dissenso sarebbero i consigli regionali. E’ lì che i preferenziati di Forza Italia sono seduti, non certo quelli del parlamento che sono stati eletti grazie al Rosatellum. Nominati. Nelle regioni i consiglieri eletti si considerano depositari di un consenso personale costato sudore e soldi. Se i partiti sono taxi – prosegue il ragionamento di Libero – è partita l’operazione Uber… Al rientro dalle vacanze è possibile che succeda qualcosa. Anche se il Friuli, per ora, non è raggiunto dai movimenti sossultori centrali (Fedriga, insieme con Fontana e Zaia, è molto prudente).

Lo spartiacque saranno le elezioni europee, se la Lega farà il pieno di voti, per il “capitano” non avrà più senso essere il comprimario di un governo fra diversi e porterà l’Italia al voto anticipato. Forza Italia, così com’è adesso, non è più un alleato utile nel disegno salviniano”.

Il cav dal canto suo, ritiene che il populismo gialloverde sia una bolla destinata ad esplodere o a sgonfiarsi brevemente. Maristella Gelmini nega che il partito sia in crisi e annuncia l’avvio di una nuova stagione congressuale. 

Related posts