23 ottobre 2018 - 9:46 am


Il blog più querelato del Nord

Breaking News

Gianfranco Carbone Exxx…Polzive!!! L’avvocato triestino striglia Serracchiani: “Invece di occuparsi di Saro, pensi agli elettori che il Pd ha perso; Saro ha in mente il partito bavarese”.

 

“Siamo alle solite – riflette uno degli intellettuali più brillanti del Friuli VG – il PD è in crisi e non riesce ad uscire dall’angolo con proposte alternative e credibili. E allora cosa si inventano la Serracchiani e Bolzonello? L’uomo nero, il Presidente “ombra” per sminuire l’autorevolezza dell’attuale Presidente Fedriga. E chi sarebbe questa figura che opererebbe (in realtà mica tanto) dietro le quinte? Il “socialista” Ferruccio Saro sollecitato perfino alla “coerenza” fra il suo essere “socialista” (?), i cui abiti ha smesso 25 anni fa, e il suo sostegno “alla destra”.

Gianfranco Carbone conosce molto bene le dinamiche della politica regionale, favorito da quell’osservatorio ondoso che è Trieste. Da lì la visuale è cristallina e l’avvocato Carbone ne percepisce i riflessi:    

“Non credo sia colpa di Saro se gli ex elettori del centro-sinistra oggi votano Lega o 5Stelle (“piccola questione “ di cui magari potrebbero occuparsi) ne credo questa polemica riuscirà ad incrinare i rapporti all’interno dell’attuale maggioranza ne utile per ridare fiato al Pd, anzi.
Penso che l’unico risultato sarà quello di rendere sempre più credibile – ecco il punto che affascina Carboneil partito “bavarese” che Saro ha in testa e che, soprattutto in Friuli, si espanderà negli spazi elettorali lasciati sguarniti dallo stesso PD e da Forza Italia.
In realtà Saro ha un unico problema per aumentare il suo consenso: Trieste dove il suo modello, che si basa su un “civismo” dal basso partendo dalle piccole comunità, fa fatica ad essere capito.

Intanto ha messo a segno un punto a suo favore proponendo, per superare la riforma degli Enti Locali della precedente Giunta, una sorta di area metropolitana triestina che, quando verrà votata, potrebbe spaccare lo stesso Pd. Se, nel frattempo, riuscisse a trovare, a Trieste, qualche persona che possa catalizzare un’area moderata (un Dipiazza punto 2, per capirci) ne potremmo vedere delle belle.
Ps: piccola precisazione preventiva. Saro è un mio vecchio amico. Con questo spirito auguro ogni successo. Non sono ammaliato dalle sirene e, quasi quasi per togliere ogni dubbio, potrei fare persino outing per Potere al Popolo (si fa per dire)”.

Related posts