23 Agosto 2019 - 12:43 am


Il blog più querelato del Nord

Breaking News

GramolaCollinare Exxx…Polzive!!! Approvato per un pelo lo scandalo dell’assalto alla diligenza della comunità collinare. Ai 4 consiglieri circa 600 euri/mese. Il sindaco di Dignano (UD) vota a favore della sprekopolis, il vice Toller infuriato. E’ sbrego sul Tagliamento.

Sbrego sul Tagliamento. Il neo sindaco di Dignano (Ud) Vittorio Orlando, vota a favore della norma che consente al suo diretto concorrente alle ultime comunali (Turridano), di ricevere la mesata come consigliere del CDA dove si è infilato recentemente. Il vice sindaco Toller su tutte le furie.

Si è riunita ieri sera nel più assoluto riserbo (nessun avviso sul sito) l’assemblea dei sindaci della comunità collinare del Friuli. All’ordine del giorno il voto sui compensi ai consiglieri del cda che da quest’anno sono aumentati a 4. La proposta era firmata dalla maggioranza dei sindaci dell’irriconoscibile centrodestra. In pratica, i morti di fama, pretendono un reddito di cittadinanza all’insù, sul modello dei tanto vituperati 5 stelle. Si tratta di circa 570 euri/mese che i consiglieri Giambattista Turridano, Roberto Pirrò, Domenico Bulfone e Massimo Pischiutta intascheranno per tutta la durata del mandato, il presidente De Simon, già sindaco di Osoppo, riceve un compenso di circa 1.700,00 euri/mese

Occorre dire che il cda della comunità collinare è assolutamente inutile, basterebbe un amministratore unico tanto è vero che la proposta è passata per un pelo, su 13 presenti: 7 a favore e 6 astenuti. Assenti i sindaci di Fagagna e di Colloredo di M.A.

Fra gli astenuti Buja, Majano, San Daniele, Treppo Grande…, mentre a favore hanno votato, oltre a Dignano, anche il comune di Ragogna dell’ex presidente Daffarra. Assalto alla diligenza per miserie che dipingono il centrodestra friulano come una banda di morti di fama, irriconoscibile. 570 euri/mese e sbrego in maggioranza a Dignano. 

Related posts