17 Settembre 2019 - 12:54 am


Il blog più querelato del Nord

Breaking News

Maestri di Illegio (Ud) Exxx…Polzive!!! Don Geretti e Don Zanello illuminano Udine e rullano Goldin; Bortolin spalanca il negozio all’arte; l’intuizione di Don Zanello per l’arte udinese dimenticata dal sindaco stanco: L’ombra della luce fra il Tiepolo e il Caravaggio, commento di Franco Battiato

Quanti dipinti si trovano in città e che pochi conoscono? molti. Don Zanello, commentando oggi i tesori nascosti a Udine, incrociava involontariamente l’ombra e la luce, l’illuminazione di Giovanni Battista Tiepolo, Carlevariiis, Quaglio e l’oscurità di Caravaggio. Artisti friulani accostati all’artista più controverso della storia e alle sinfonie del mistico sperimentatore siciliano Franco Battiato. “L’ombra della luce”. Potrebbe essere il titolo della prossima mostra.

Grazie agli animatori della rassegna artistica di Illegio (Ud), Udine si è illuminata. Questa sera in via delle erbe è stato presentato il dipinto inedito: “La Buona Ventura”, un Caravaggio misterioso che sarà esposto da domenica prossima a Illegio per la mostra “Maestri”. La straordinaria serata è esplosa nella fantasia di un azzardo concepito da Mirco Mastrorosa che ha messo assieme la chiromanzia, la fede e il gioielliere Marco Bortolin. Un triplice successo narrato da Don Geretti, il più raffinato e colto maestro d’arte friulano che solo i sottani come Fontanini ignorano. Lo stesso Don Zanello, infaticabile organizzatore logistico delle mostre di Illegio confessa: “Oggi ho visto dei dipinti straordinari qui a Udine, Carlevariis, Quaglio…, Tiepolo. Come mai nessuno se ne cura?” Chissà. Bisognerebbe chiederlo al sindaco Vestaglia Fontanini che, stanco e affaticato, ha preferito abbandonare il campo della serata e lasciare lo spazio a uno spaesato vice sindaco Michelini che pareva totalmente fuori posto.

La mafia del mercato di Goldin, asfaltata dall’eleganza di don Geretti. 

Related posts