25 Maggio 2019 - 3:19 pm


Il blog più querelato del Nord

Breaking News

Maratona di Trieste nella bufera, la Lega querela Francesco Russo che replica con una solenne lezione di stile a Fabio Carini. Integrale

Caro Fabio Carini,
le querele sono lo strumento con cui di solito il potere cerca di intimidire chi la pensa diversamente: non mi sembra casuale che il tuo annuncio arrivi, temporalmente, dopo quello della Lega di Massimiliano Fedriga e Pierpaolo Roberti.
Proprio perché ti conosco da anni so che non sei razzista.
Ma credo tu abbia fatto un grosso errore di valutazione (e di comunicazione) il cui risultato è un enorme messaggio di discriminazione che, ancora una volta, infanga questa città.
E credo che tu ne stia facendo un altro adesso.
Se tu e la Lega volete provare a portarmi in tribunale fate pure: sarebbe, per me, una prima volta. Ma se non mi sono fatto intimorire in passato da chi, all’interno del mio Partito ha minacciato di non ricandidarmi come ritorsione per le mie posizioni “poco ortodosse”, di certo non mi farò intimorire da queste dichiarazioni. Anche perché difficilmente troverete qualcuno che vi dia ragione.
La procura federale ha aperto un’inchiesta, il CONI ha preso le distanze, i principali quotidiani nazionali e internazionali hanno stigmatizzato la scelta, tutta la politica italiana, compreso il sottosegretario leghista Giorgetti, ha preso le distanze.
Restate tu, Roberti e Fedriga.
E in bocca al lupo per quando dovrai spiegare a un giudice che gli atleti di altri paesi li pagate, ma quelli africani no. Anche perché, se leggi un po’ di dichiarazioni di chi organizza maratone, pur riconoscendo che c’è un problema di sfruttamento, puntualizzano che loro invitano solo atleti seguiti da manager seri. Che, a quanto pare, esistono. Potevi fare così, invece hai scelto di strizzare l’occhio alla Lega. Non sono io ad aver politicizzato un evento sportivo. Sei stato tu.