26 Marzo 2019 - 3:46 am


Il blog più querelato del Nord

Breaking News

NonE’L’Arena Exxx…Polzive!!! Ilaria prende per il culo l’Italia: La furbastra ex assessora goriziana impietosisce Gilletti che non indaga sui deliri di protagonismo della tipa. Voleva gli striscioni di CasaPound sotto casa. Esclusivo

Basta una vignetta e il gioco è fatto. Se il soggetto è femminile, e appare su un giornaletto di satira, allora le esponenti della gauche caviar e le madamine d’Italia insorgono e chiamano l’Unione Europea. Stasera da Gilletti, all’unisono, si sono sentite la Santanché e Luxuria difendere l’indifendibile. E’ il caso di Ilaria Cecot ex assessora della fu provincia di Gorizia che stasera è stata ospite della trasmissione di Gilletti, Non è l’Arena. La trama è stata scritta bene tanto da far cadere gli ospiti nella trappola di un peloso rosario di solidarietà verso la femminilità sbregata della dama insontina. Nella pratica, si accusava il direttore della rivista monfalconese “La Serpentade” di aver massacrato e distrutto le pulsioni dell’esuberante Ilaria.

Marini aveva pubblicato una vignetta da orgasmo puro in cui la didascalia riportava: “Alle donne di sinistra piace il manganello.” (A proposito di una storia d’amore finita male con il consigliere regionale leghista Antonio Calligaris). 

Una troupe de “La7” è corsa alla ricerca del responsabile, e l’intervista è da cineteca. “Cecot chi?”

E’ questo il NordEst che ci piace. Ma il diavolo s’infila sempre nei dettagli e a Massimo Gilletti è sfuggita la natura della protagonista che, se potesse, pur di avere un minuto di celebrità, danzerebbe con tutti i mattarelli del Goriziano.

Ai tempi in cui Ilaria-che-prende-per-il-culo-l’Italia era assessora, sollecitava Christian Zuttioni, direttore della rivista di satira di Gorizia, “IlMedio” ad organizzare manifestazioni e disordini pur di avere notorietà. Il problema di Ilaria era che il giornale locale “IlPiccolo” non pubblicava nulla su di lei. E lei soffriva. Uno dei tanti esempi di ricerca di notorietà della morta di fama è legato proprio al suo mandato di assessora. Come fare? occorre aggiungere che lei, ai tempi, era al centro delle critiche per via dell’accoglienza profughi; quindi…, pensa che ti pensa, alla morta di fama vien l’idea di convincere i militanti di Casa Pound a organizzare un mezzo casino sotto casa sua. Lo screen shot del negoziato con Zuttioni è in foto. IlariaPrendePerIlCuloL’Italia.

Gilletti caduto nel trappolone delle femministe frufru.

Related posts