17 dicembre 2018 - 8:40 pm


Il blog più querelato del Nord

Breaking News

Paritetica Fvg Exxx…Polzive!!! Le candidature e le esclusioni nell’organo speciale irritano la maggioranza di Fedriga. Domani, a costo di sbregare la Morta Gora, Carlantoni sarà eletto in paritetica. Gli eredi del badogliano Fini antepongono gl’interessi personali all’esperienza. Espulso dalla lista Galasso

La Morta Gora, ovvero Forza Italia.

Fu il brillante avvocato Manlio Contento (ex MSI) a teorizzare in Friuli per la prima volta l’eccitazione del partito-caserma. Lo fece dal palco di Palmanova una decina di anni fa; il taccuino del blogger riporta l’esergo del suo intervento: “Caro Ferruccio Saro (seduto in prima fila) nel nostro partito bisogna essere fedeli!”. 10 anni dopo il concetto di partito-caserma, lontano anni luce dall’idea liberale di Forza Italia, avvolge l’emiciclo del consiglio regionale del Friuli VG: domani l’aula del consiglio regionale voterà i componenti della Paritetica del FriuliVG, l’organo che dovrà rapportarsi con lo stato centrale rispetto ai trasferimenti e le rivendicazioni della specialità. Materia tosta che richiede esperienza e capacità negoziali. I candidati espressi dalla regione sono: l’avvocato Billiani, l’avvocato Spitaleri, e il blindatissimo Carlantoni, dipendente INPS di Udine. Esclusa, per agevolare l’elezione del badogliano Carlantoni, la candidatura di Galasso. Su quest’ultima presa di posizione, si sono accesi i riflettori dei simpatizzanti di Forza Italia: candidatura indigesta, una forzatura, perché non condivisa dalla maggioranza del partito. Carlantoni sarà eletto ma le conseguenze, all’interno di Forza Italia Fvg (Molinaro e Codarin), saranno imprevedibili.

Related posts