21 luglio 2018 - 9:21 pm


Il blog più querelato del Nord

Breaking News

Pensioni

In Italia le pensioni vigenti al 1° gennaio 2018 sono 17.886.623, di cui 13.979.136 di natura previdenziale (vecchiaia, invalidità e superstiti) e le restanti 3.907.487 di natura assistenziale (invalidità civili, indennità di accompagnamento, pensioni e assegni sociali).
Nel 2017 la spesa complessiva per le pensioni è stata di 200,5 miliardi di euro, di cui 179,6 miliardi sostenuti dalle gestioni previdenziali. Prendiamo solo queste ultime e partiamo da 179,6 miliardi.
Di questi le prestazioni di tipo previdenziale, generate dal versamento dei contributi durante l’attività lavorativa, sono costituite per il 66,6% da pensioni di vecchiaia, per il 6,8% da pensioni di invalidità previdenziale e per il 26,6% da pensioni ai superstiti.
Non valutiamo ne i superstiti ne le invalidità. Il 66% di 179,60 miliardi sono 118,5 miliardi all’anno.
Lasciamo anche stare i contributi figurativi (soldi mai versati ma conteggiati) che riguardano soprattutto i dipendenti pubblici in aspettativa per incarichi politici, i sindacalisti o i periodi di servizio militare o altre situazioni particolari (ad esempio cassa integrazione) il calcolo di alcuni esperti (a spanne) afferma che il sistema retributivo incide mediamente per il 30% sull’ammontare delle pensioni. Pertanto il costo maggiore, a carico della collettività, incide per 35 miliardi di euro che sono, più o meno, la metà di quanto si paga annualmente di interessi sul debito pubblico.

Related posts