17 dicembre 2018 - 8:21 pm


Il blog più querelato del Nord

Breaking News

RadioRadicale Exxx…Polzive!!! A rischio LibertàdiParola: il governo toglie 5 milioni di euri all’unica Radio entrata nel palazzo. Mattia Feltri: “Se i palazzi del potere sono un pò di vetro, è perché i vetri ce li ha messi Pannella”. Memorabili i servizi da Udine sulla raccolta firme del referendum contro la legge 40

Il Friuli e Radio Radicale: i servizi sulla raccolta firme per convocare i referendum, le interviste sullo stato delle strutture carcerarie di Udine, Pordenone, Gorizia, Tolmezzo e Trieste. Il caso Eluana Englaro, il già direttore Massimo Bordin a Cividale per LexFest, le rassegne stampa domenicali condotte da Daniele Capezzone dall’ufficio di via Cavour di Udine, il direttore Alessio Falconio invitato a Ronchi dei Legionari dal senatore Maran, Pannella in campagna elettorale a Trieste. Radio Radicale e il Friuli.     

Il governo GialloVerde toglie 5 milioni di finanziamento a Radio Radicale. Secondo Mattia Feltri: “Toglierle cinque milioni, più o meno quanto in una legislatura i grillini girano alla Casaleggio, più o meno un decimo di quanto la Lega deve allo Stato, significa spegnerla, e rendere la nostra democrazia un affare un po’ più notturno”.

RadioRadicale libertà di parola, nata nel 1975 da una fenomenale intuizione di Marco Pannella.  

Prosegue Feltri: “Se non ne esistesse già uno – dotato di una decina di canali televisivi e svariati radiofonici, finanziato dal mercato e dal canone coatto, e istituzionalmente incaricato del ruolo, e tuttavia disperso in reti, palinsesti e orari impossibili – si direbbe che Radio radicale è l’ unico servizio pubblico di cui possa vantarsi questo piccolo e meschino Paese.

Per usare un’ espressione cara ai nuovi rivoluzionari, se il palazzo è un po’ di vetro è perché i vetri ce li ha messi Marco Pannella, quando nel 1975 fondò l’ emittente in un appartamento romano di sessanta metri”.

Related posts