17 Settembre 2019 - 12:44 am


Il blog più querelato del Nord

Breaking News

RibaltoneFriulano Exxx…Polzive!!! A Dignano scoppia il caso BesserVacuum azienda da 45 dipendenti: Qui non ci vogliono, ci sposteremo a Coseano; in questi anni l’amministrazione ci ha abbandonato.

Coseano è più piccolo di Dignano.

La festa di chiusura di campagna elettorale più ricca e densa di elementi politici amministrativi e musicali è stata sicuramente quella di Dignano. Stage Bowie, ospiti di livello e lo scoop dell’azienda che se ne va. La partecipazione degli onorevoli Rizzetto e De Carlo ha dato importanza al centro dignanese. Le due teste di serie del giornalismo friulano, Mattia Pertoldi e Nicola Angeli hanno fatto il resto, competenza, bravura e intrattenimento. Gli ospiti della Lista Il Ponte hanno arricchito il dibattito sull’immigrazione. Il pubblico attento. Procedamus

A Dignano, proprio a ridosso del voto, scoppia un caso di sconclusionato rapporto fra pubblica amministrazione e impresa di dimensioni planetarie. La Besser Vacuum, una delle aziende specializzate in macchine per alimenti sottovuoto più quotate d’Europa, è costretta a trasferirsi nel comune di Coseano (100 abitanti in meno di Dignano). Oltre 10 milioni di fatturato/annuo, 45 dipendenti, export in 80 paesi, con sede a Dignano, fra poco tempo se ne andrà. I due candidati sindaci, Bisaro e Orlando hanno trascorso non meno di 15/20anni a testa in municipio. Il candidato consigliere Turridano, pupillo del badante di Forgaria (#tralagente #siamoconvoi) è stato sindaco dal 2004 al 2014, poi presidente di Comunità Collinare. Eppure le aziende si trasferiscono a Coseano.  

In 10 anni nessun amministratore si è preoccupato di custodire, accompagnare, ascoltare, sviluppare, fornire servizi adeguati all’impresa (connessioni). Una figura di merda ciclopica. Il futuro sindaco del comune di Coseano sorride e ringrazia. Tutto il personale, commerciale, amministrativo e la produzione, se ne andrà da Dignano verso altri lidi. Di tutto questo, i cittadini di Dignano sono ancora all’oscuro, ecco a cosa serve l’informazione.    

Related posts