11 dicembre 2018 - 5:10 pm


Il blog più querelato del Nord

Breaking News

Rosario Centrodestra Fvg Exxx…Polzive!!! Coalizione sbregata a Gemona del Friuli: Lega e Forza Italia contro Revelant; Saro in ansia per Fedriga; Pittoni e Fedriga volano a Milano; Domani in regione il caso firme

353AD88B-78A5-4B8A-ACCD-930FB436245ASe non hai le coronarie a posto, cambia canale. Procedamus.

E’ in corso a Gemona del Friuli, un vertice del centrodestra pedemontano composto da Collini, Giuseppe Tiso, Paolo Urbani, Barbara Zilli e Giuseppe Varisco. L’ordine del giorno prevede di diramare la matassa di nomi da candidare a sindaco per le comunali del 29 aprile, sul tavolo quella dell’avvocato Giuseppe Tiso, dell’uscente Collini e di Giuseppe Varisco, manca Autonomia Responsabile e manca il gruppo di Fratelli d’Italia che, per il momento, preferisce restare alla finestra. Infatti, le scintille da fonderia s’alzano nel momento in cui viene pronunciato il nome di Roberto Revelant, il consigliere regionale di Autonomia Responsabile è intenzionato ad impegnarsi per il proprio comune contro il candidato sindaco espressione di Forza Italia, Lega Nord e civiche. E’ chiaro che Revelant non si ricandida alle regionali e Urbani, dopo essersi dimesso da sindaco, tenterà la corsa per Trieste molto probabilmente con Forza Italia oppure con Autonomia Responsabile.

Il rosario della Domenica registra lo stato d’ansia di Ferruccio Saro: il pericolo che Fedriga si lasci trascinare dalle sirene romane, leggi riconferma a capogruppo della Lega alla camera, lo mette in angoscia, senza il segretario regionale del carroccio in corsa per Trieste, tutto tornerebbe nelle mani di Forza Italia o di una terza via e il nome potrebbe riservare delle sorprese. Domani intanto, verso l’ora di pranzo, sia Pittoni che Fedriga sono attesi a Milano in via Bellerio sede Lega per la direzione nazionale e martedì sera Fedriga ha convocato i suoi a Reana del Roiale. A chiudere la domenica politica da Champions giunge anche la notizia che domani, in consiglio regionale, i consiglieri di opposizione, chiederanno di attivare la proposta di Marco De Agostini, quella di riportare il numero di firme da raccogliere per la presentazione delle liste alle regionali a 300 per ogni collegio e 250 per quello della Carnia. Come da legge del 1992.

Related posts