17 Novembre 2019 - 9:21 am


Il blog più querelato del Nord

Breaking News

SanitàFVG Exxx…Polzive!!! L’ospedale di Udine chiude il reparto Oncologia inaugurato 5 anni fa: I tubi sono marci, bloccato l’impianto di climatizzazione. Pazienti trasferiti in Medicina. Culpa in Vigilando del direttore Grandi opere e del capo della manutenzione. Esclusivo

Guarda le foto, secchi per recuperare l’acqua che sgorga dai tubi marci, e un cartello inequivocabile. 3° piano del novissimo ospedale di Udine; ore 12,30 di oggi, giovedì.

A causa dei tubi marci che hanno provocato un guasto all’impianto di climatizzazione, nei corridoi del nuovissimo padiglione 15 si soffoca, in reparto, la temperatura è più alta che all’esterno. Caldo e umido in corsia e nelle camere provocano affanno e giramenti di testa. Da ieri, 12 giugno, i pazienti di oncologia del nuovissimo padiglione 15 dell’ospedale di Udine, sono trasferiti in medicina. Surreale. La struttura, apparentemente nuovissima, è stata inaugurata solo 5 anni fa, eppure i tubi sono marci. Chi ha collaudato i servizi? Culpa in vigilando. Chi sono i responsabili? Ingegner Ermes Greatti, è il direttore Grandi Opere e capo del dipartimento tecnologico. Ingegner Elena Moro a capo della manutenzione. Andrea Cannavacciuolo direttore amministrativo dal 2013 anno dell’inaugurazione del nuovo ospedale. Su quest’ultimo la culpa in vigilando è clamorosa visto che dovrebbe vigilare anche sul dipartimento. Il direttore dell’Azienda sanitaria di Udine è Tonutti, pupillo di Pietro Mauro Zanin ForzaTragica. Quello di oggi, è uno dei giovedì più paranoici del settore sanitario del Friuli VG. Dopo il caso Cattinara, i punti nascita di Latisana e Palmanova, la fuga del direttore amministrativo Cannas, le promesse sull’ospedale di Gemona e gli amministratori del comune di Latisana che se ne sbattono dei residenti, scoppia il caso dell’ospedale di Udine. Uno scandalo di dimensioni europee che mette in cattiva luce quel poco di credibilità che la sanità friulana vantava ancora nei confronti delle altre regioni del Nord. Dubbi. Dirigenti e assessori pensano solo al grano e alla visibilità sui giornali. Intanto i servizi vanno a puttane e lo spreco raggiunge vette siderali. Il nuovo padiglione 15 dell’Ospedale di Udine coi tubi marci. Collaudi approssimativi e i pazienti di un reparto delicato come oncologia trasferiti come pacchi postali. Friuli. Italia. Fedriga…batti un colpo. Domani un’altro intrigo e magheggio sarà scaraventato sulla pagina dello scandalo. Resta sintonizzato.  

Related posts