25 Maggio 2019 - 3:57 pm


Il blog più querelato del Nord

Breaking News

SanitàFvg Exxx…Polzive!!! Il giallo delle ricette elettroniche sbrega la giunta regionale. L’assessore Callari replica al blogger: “Mi occupo di servizi informatici, non di sanità”. Chi è l’assessore competente? La regione ancora oggi impegna circa 300 mila euri/anno per quelle cartacee. Bufera sulla giunta e sui medici di medicina generale. Esclusivo.

Sesamo è il fascicolo elettronico.

Sbreghi giuntali in maggioranza regionale: l’assessore Callari “scarica” l’assessore Riccardi. Esclusivo.

Il caso in questione è quello delle ricette sanitarie, colto al volo da una determina di spesa di circa 50mila euri che l’azienda sanitaria isontina ha impegnato per l’acquisto di quelle cartacee dalla Zecca di Stato. La determina è stata pubblicata il 30 aprile scorso, le aziende interessate all’acquisto sono 5.

Per questo motivo ed erroneamente, il blogger aveva imputato all’assessore ai servizi informativi della regione, Sebastiano Callari, le responsabilità di uno spreco di danaro che poteva essere evitato grazie alle ricette elettroniche. L’assessore risponde e puntualizza:

Buonasera Leonarduzzi. Solo per precisare perché credo che la verità abbia lo stesso diritto che ha lei di fare informazione. Io mi occupo dei servizi informatici di e-government e non di sanità. In pratica tutta la parte di digitalizzazione della pubblica amministrazione (regione, enti locali, servizi ai cittadini). In tale contesto siamo ai vertici nazionali e non abbiamo da invidiare nulla alle altre regioni. In ogni caso la ricetta elettronica dematerializzata è già stata introdotta nella nostra regione da molto tempo. Per amore di verità. Cordialità”.

Non c’è di che dott. Sebastiano, grazie. Grazie davvero perché ha fornito un elemento di chiarezza nella confusione delle ricette elettroniche, il cui percorso è stato avviato ancora da Serracchiani e che, da quanto scrive, il sistema è già introdotto.

E perché si acquistano quelle cartacee? Perché il sistema delle ricette elettroniche è sempre stato rifiutato da buona parte di medici? Quanti soldi sono stati spesi, inutilmente, per incentivare l’avvio del nuovo sistema? Cosa c’entra la trovata “Sesamo” del fascicolo elettronico con le ricette elettroniche?

Il fatto, ad oggi è uno solo: Spreco di danaro dei contribuenti per software spaziali rimasti nei cassetti. Pare che l’assessore delegato sia più preoccupato di trovare sistemi elettronici per “annientare” (ci torneremo, perché questo è il termine usato) il blogger che occuparsi di migliorare la sanità.

Fra i corridoi del palazzo le voci rimbalzano, corrono…, Sesamo? Ricette? Insiel? Callari, nel suo, lo dimostra vantando successi nazionali e riconoscimenti. In quanto al sistema sanitario del Friuli VG, la faticosa digitalizzazione è riconducibile a un solo nome: l’assessore Riccardi.   

Related posts