11 dicembre 2018 - 5:43 pm


Il blog più querelato del Nord

Breaking News

Spitaleri Exxx…Polzive!!! “Riccardi si deve dimettere subito da assessore alla sanità”. Ziberna in prima fila dall’amico Saro alla presentazione del programma di ProgettoFvg a Gorizia; Diego Moretti accusa Zanin di lottizzazione di posti. L’architetto Marzio Giau in commissione ambiente

Dopo gli enti locali è la volta della sanità; non c’è pace in Friuli; un assessore è appeso e oscilla lieve al triste vento, un neo presidente del consiglio regionale, Zanin, nel mirino del consigliere regionale Dem Diego Moretti. E siamo solo martedì.

Che la sanità in Friuli VG fosse un campo minato, non lo si scopre oggi. Gli ultimi 5 anni, quelli tambureggianti di Serracchini-Telesca, lo dimostrano. Governare le regioni è peggio che stare a palazzo Chigi con Tria, Di Maio e Salvini. Dopo appena 5 mesi di governo, la maggioranza di Fedriga registra la dura presa di posizione di Bordin contro gli alleati sulla riforma enti locali e la richiesta di dimissioni del segretario del Pd Spitaleri rivolta all’assessore Riccardi dopo il clamoroso dietro front sulla riforma sanitaria. Sullo sfondo, il funambolico e agilissimo segretario di ProgettoFvg Ferruccio Saro, colui che organizzò la caduta di Fontanini quando l’attuale sindaco di Udine era presidente della regione (’93-’94). Procedamus con Spitaleri che oggi ha affondato il coltello nella piaga, osserva: “Un nuovo assessore alla sanità è necessario perché il programma del centrodestra è radicalmente cambiato – tuona il segretario del PD – Riccardi è stato sbugiardato dopo 5 anni di opposizione in cui riteneva che bisognasse dividere ospedale e territorio. Non può essere Riccardi quello che scrive la riforma – aggiunge Spitaleri – quello che la attua, quello che controlla e quello che fa le nomine”. L’attacco è durissimo. Sulla stessa lunghezza d’onda anche il già capogruppo in consiglio regionale del PD Diego Moretti, le sue osservazioni muovono dalla spartizione di poltrone (vedi FvgStrade) e “valzer di nomine di amici” che coinvolgono Marzio Giau in commissione amianto; una nuova figura che dovrebbe coinvolgere lo staff del presidente Fedriga (un “consigliere…”) cui il centrodestra non rinuncia e dall’ipotesi di allargamento della segreteria a una nuova figura mai esistita prima, quella del portavoce del presidente del consiglio che Piero Mauro Zanin vuole introdurre.

E fin qui la questione Sanità e spartizione di poltrone, poi c’è la riunione di progettoFvg che Saro ha convocato a Gorizia per sollecitare il territorio: “Siamo un punto di riferimento di un’area che non si riconosce più in questi partiti”. Registrate le adesioni di  amministratori dell’isontino, in prima fila anche Ziberna legato affettuosamente a Saro per la vecchia amicizia che i due coltivavano col compianto Romoli. Giovedì sera la truppa si sposterà a Udine. Smentito il passaggio della consigliera comunale di Grado Elisabetta Medeot con ProgettoFvg a causa di incomprensioni con il referete locale Maurizio Delbello, già forzista della prima ora.

Related posts