11 dicembre 2018 - 4:53 pm


Il blog più querelato del Nord

Breaking News

Strage di via D’Amelio: Di Matteo: “Coinvolti ambienti esterni a cosa nostra, la verità è più vicina”

Antonino Di Matteo, attualmente sostituto procuratore alla direzione nazionale antimafia e antiterrorismo.

Audizione, oggi, davanti alla prima commissione del CSM nell’ambito del fascicolo sulle indagini della strage di via D’Amelio. 

Premessa di Antonino Di Matteo: “Sono già stato sentito dalla commissione parlamentare antimafia e, per alcune ore, come testimone nel Borsellino Quater, purtroppo però ancora si danno, da un punto di vista mediatico, per scontati dei dati di fatto che non sono assolutamente corrispondenti al vero, abbiamo bisogno di contributi di chiarezza rispetto alla ostinata reiterazione di falsità ingiuste generalizzazioni che da tempo vengono diffuse e rilanciate con grande clamore mediatico che rischiano di fuorviare le indagini.

Mi hanno coinvolto in investigazioni e indagini in cui non sono mai stato protagonista. Auspico un concetto: spero che i doverosi accertamenti in corso in varie sedi e sulla vicenda Vincenzo Scarantino (il falso pentito), non esauriscano gli sforzi attuali e futuri per completare il percorso di verità sulla strage di via D’Amelio e non vengano utilizzati per bloccare quel percorso di completamento della verità proprio nel momento in cui quella verità è più vicina, soprattutto sul movente principale della strage che vede il coinvolgimento di ambienti esterni a cosa nostra, si sono persi 25 anni dove i primi tre processi non hanno portato a nulla”.

Related posts