17 dicembre 2018 - 8:21 pm


Il blog più querelato del Nord

Breaking News

Tondo-Saro Exxx…Polzive!!! Dopo sette anni di gelo, i due firmano l’intesa; segretissimo incontro martedì sera a Udine. Le tensioni all’interno di Forza Italia per la spartizione di poltrone

Prende corpo un soggetto politico friulano che, dallo steso alveo, bilancerà verso il centro le sfuriate populiste della Lega. Dopo lunghissime settimane di negoziati, la segretaria di Autonomia Responsabile, Giulia Manzan è riuscita a far incontrare Tondo e Saro.  ProgettoFvg e Autonomia Responsabile. L’incontro è avvenuto martedì sera in via Sabbadini a Udine nella sede di rappresentanza della regione; erano presenti i vertici dei rispettivi partiti. Aver intavolato e portato a buon fine il lavoro di ricucitura dei due, significa rafforzare quell’area moderata sulla quale Saro-Calamita si sta quotidianamente impegnando. Il raccordo fra i due determina una significativa rivoluzione nel centrodestra. Certificata ormai la funzione di ufficio di collocamento per trombati di Forza Italia, l’attività politica regionale è nelle mani della Lega e di ProgettoFvg-Autonomia Responsabile con l’appoggio di Una Regione speciale.

Visto che in Forza Italia sono ormai uno contro l’altro: ieri il coordinatore regionale del partito, Sandra Savino, ha attaccato duramente il sindaco di Codroipo per la questione dei bambolotti, tocca a Saro e Tondo impegnarsi a costruire la seconda forza politica del centro destra dopo la Lega, e tenere il punto per le prossime amministrative. Sullo sfondo Forza Italia, confinata nella MortaGora delle sistemazioni per i trombati e la difesa del “FascioMagico” degli ex badogliani.

Ieri è stato eletto il dipendente INPS Carlantoni in paritetica (1.500 euri/mese, permessi dal lavoro e voli gratis in capitale) e predisposto il futuro assetto dei leccaculo e di coloro che rivendicano vecchie cambiali e promesse che devono essere onorate, e che sono: Pierluigi Molinaro come portavoce del “FascioMagico”, poi il giornalista Carini alla direzione dell’agenzia del Consiglio Regionale (ACon) e infine Fanny Codarin, quota Riccardi, che attende il fine mandato di Baiutti (ci sarà una piccola proroga dopo il 12 dicembre) per prendere il suo posto come capo di gabinetto.

Related posts