18 novembre 2018 - 11:30 am


Il blog più querelato del Nord

Breaking News

Udine Porcilaia Exxx…Polzive!!! Insulto al maestro D’Aronco: nella sede del Municipio i professionisti della “pausa caffé” non puliscono nemmeno il contenitore, l’angolo delle maccchinette come una porcilaia; l’inutile assessore al personale Olivotto spaesata; lezioni di galateo dalla Regione FVG

Dipendenti regionali e comunali del Friuli VG indispettiti perché il direttore generale Francesco Forte, su suggerimento di un assessore regionale che sa fare il suo mestiere (Callari), ha inviato una circolare ai dirigenti affinchè: “…si ponga attenzione alla condotta tenuta dal personale (…), l’intrattenersi dello stesso lungo i corridoi o nei pressi delle macchinette distributrici di bevande, esprima un contegno non consono, suscettibile fra l’altro di poter arrecare pregiudizio all’immagine dell’Ente”. A Udine e nemmeno a Trieste, l’hanno presa bene. E guardando queste foto si capisce perché. Ecco come si presentava, la settimana scorsa, il contenitore della plastica posizionato accanto alla macchinetta distributrice di caffé di palazzo D’Aronco Udine, sede del comune. Il vano si trova di fronte al maestoso “Salone del Popolo” e vicinissimo all’ingresso dell’ufficio del sindaco Fontanini. Una porcilaia, esempio di noncuranza, sciatteria, sporcizia e disprezzo per i locali del proprio posto di lavoro. I “professionisti della macchinetta”, non vogliono essere controllati, non vogliono rompiture di balle. Passare il tempo, poltrire, andare su facebook in orario di lavoro, ché tanto a fine mese il bonifico arriva lo stesso. Nei comuni, nessuno controlla, diversamente dal direttore centrale FVG Francesco Forte, degno del suo incarico; invece a Udine, né il segretario Cipriano, impegnato in doppi e tripli incarichi (Provincia, Uti, Comune) e un inutile assessore al personale che gira a vuoto per gli uffici comunali (Olivotto), ignorano ciò che l’assessore regionale Callari e il direttore Forte, sostengono: il decoro degli uffici pubblici e dei loro dipendenti. Il rispetto per le istituzioni. 

Related posts