17 Luglio 2019 - 9:13 am


Il blog più querelato del Nord

Breaking News

UdineGoriziaFiereSPA Exxx…Polzive!!! Verso la pre liquidazione della società, si punta a un amministratore unico. In lizza il veneto Lucio Gomiero. Gl’interessi sulla miniera d’oro: la società H2O. Linea rossa 1° Luglio. Esclusivo

Bilanci in rosso da paura. Giorni concitati sulla linea Camera di Commercio, Assessore Bini, Comuni di Udine e Martignacco. Salvare l’ente Udine Gorizia Fiere Spa e blindare la H2O srl, la società mista costituita una decina di anni fa. L’attuale Cda presieduto da Luciano Snidar ha comunicato le dimissioni. Entro il 1° luglio occorre intervenire per evitare la chiusura dell’Ente. Venerdì scorso, 21 giugno, si sono incontrati i vertici che detengono il pacchetto di maggioranza della Fiera. Si cerca disperatamente una via d’uscita. Occorre una svolta immediata che a detta di uno dei partecipanti potrebbe condurre a un nuovo assetto di vertice: l’amministratore unico. Corre voce che la figura che meglio si adatterebbe alla bisogna, possa essere quella del super manager di PromoTurismo FVG, Lucio Gomiero. Il veneto è nelle grazie dell’assessore Bini e lo stesso Da Pozzo mantiene una buona relazione col dirigente. Dopo i mandati dei friulani Luisa de Marco e di Luciano Snidar, il vertice dell’Ente passa al Veneto. Cosa c’entra la H2O srl? presto detto: Nel 2007 è stata costituita la H2O – Acqua Energia Srl, composta al 50% dal Consorzio di Bonifica Ledra-Tagliamento (soggetto titolato alla gestione delle acque del canale Ledra e proprietario dell’alveo del canale) e al 50% da Udine e Gorizia Fiere SpA, proprietaria dell’immobile e delle aree in cui sorgono gli impianti. La società è principalmente finalizzata all’attività di acquisto, produzione e vendita di energia elettrica, anche da fonti rinnovabili, e di tutti i servizi connessi all’impianto, senza per questo tralasciare la possibilità di valutare l’attivazione di ulteriori impianti, anche di potenzialità produttive inferiori, per sfruttare al meglio il know-how acquisito e per sviluppare ulteriormente il business della società. I soci hanno già in mente il nome del futuro presidente/amministratore. Sarà una donna. 

Related posts