17 Luglio 2019 - 9:31 am


Il blog più querelato del Nord

Breaking News

UtiTolmezzoUti Exxx…Polzive!!! Il centrodestra carnico paralizza la riforma enti locali promessa da Fedriga. Lega nel caos: Roberti non riesce a liberarsi di Serracchiani, vertice fine mese a Trieste. L’On Bubisutti tiene in piedi l’Uti carnica, si rifiutano solo Ovaro, Arta Terme e Paularo. Il caso d’Orlando

Sono ormai passate settimane e mesi. Mesi di promesse di Fedriga-Roberti sulla necessità improrogabile di metter mano alla riforma enti locali, ma ad oggi non c’è un canovaccio, nulla, solo annunci. Anzi la cronaca codifica ampie aree del Friuli che confermano, con il rinnovo delle presidenze, la bontà della riforma Serracchiani-Panontin. L’Uti della Valcanale-Canal del Ferro, malgrado le resistenze del sindaco di Moggio Filaferro, ha appena riconfermato al vertice il sindaco di Pontebba, Buzzi. L’Uti di Tolmezzo ha sorprendentemente eletto presidente, il sindaco di centrosinistra del capoluogo carnico. Com’è stato possibile che su 24 comuni convocati in assemblea l’8 luglio scorso, solo 3 non si sono presentati? Ovaro, Paularo e Arta Terme? A quali interessi risponde la Lega di Tolmezzo rispetto all’idea dell’impacciato assessore Roberti che si trova il nemico in casa? A Pordenone, una settimana fa, i sindaci dell’Uti Noncello hanno deliberato di richiedere all’amministrazione regionale la nomina di un commissario. Serracchiani, d’imperio, ha vincolato e punito i comuni che aderivano o non aderivano all’Unione. Disinvoltamente. Fedriga invece subisce le disposizioni del centrodestra carnico che sono quelle di mantenere in vita la riforma Serracchiani. Inoltre l’operazione della riconferma di Brollo, nasconde un magheggio che incrocia un sottile conflitto politico. Laura D’Orlando la candidata sindaca per il centrodestra forsennatamente voluta dall’onorevole Bubisutti, divide lo studio legale di Tolmezzo con la sorella Elena che fa parte della Paritetica in quota governo. Per chi non lo sapesse, Elena D’Orlando è stata consulente giuridica per i comuni che difendevano le ragioni delle Uti contro le osservazioni dei sindaci ribelli dei comuni inseriti nell’Unione. Un caos totale il cui protagonista indiscusso è la Lega di Tolmezzo che in Carnia vuole le Uti e a Trieste le sconfessa.

Related posts