16 ottobre 2018 - 10:42 am


Il blog più querelato del Nord

Breaking News

Volpe Pasini Exxx…Polzive!!! Il ritorno di Diego: nasce la corrente Forza Salvini

Come riporta oggi Dagospia, dietro l’operazione “Forza Salvini” c’è lo zampino dell’udinese Volpe Pasini. Di cosa si tratta? secondo Libero la rovente estate del centrodestra italico, starebbe salendo di temperatura grazie alla novità determinata dalla nascita del simbolo: “Forza Salvini”. Un’idea geniale che incrocia il tricolore di Forza Italia con il nome del leader della Lega, Matteo Salvini. Volpe Pasini non è nuovo a questo tipo di iniziative e, vedendo il pericolo di una deriva forzista verso i comunisti del PD, corre ai ripari. Il movimento convocherà a breve una conferenza stampa in cui saranno dettagliatamente narreate le linee guida dell’operazione che si presuma avrà una caratteristica territoriale ben articolata. Ecco il resoconto:

“Un tempo c’erano i Club Forza Silvio. Ora nasce la corrente «Forza Salvini». Si tratta di una componente che ha preso vita dentro Forza Italia, stanno aderendo amministratori, consiglieri regionali, sindaci, dirigenti locali e militanti. Tutta gente che, pur rimanendo nel perimetro del movimento berlusconiano, non vuole mollare Matteo Salvini. Ne riconosce la leadership all’interno del centrodestra e chiede di rimanere alleata con la Lega evitando sbandate a sinistra e incontri troppo ravvicinati con il Partito democratico.

Nella calda estate di Forza Italia succede anche questo. Il promotore dell’iniziativa è Pietro Spizzirri, avvocato trentenne, vice coordinatore nazionale dei Club di Fi. Nei prossimi giorni sarà organizzata una conferenza stampa a Roma per presentare la componente, che nasce come associazione, e annunciare l’elenco delle adesioni. (…)

I «Forza Salvini» chiedono ad Arcore di sostenere Matteo al governo: «Stiamo perdendo eletti, attivisti ed elettori per la totale assenza di un’identità politica e di un progetto. Stiamo regalando i risultati ottenuti da Salvini ai Cinquestelle ed è un errore pazzesco». La critica quotidiana al ministro dell’Interno pone un problema serio di strategia («Salvini fa esattamente quello che a noi piace») ed è incoerente con la linea indicata da Berlusconi al Quirinale: fu proprio Silvio, ricordano i filo-Matteo, «a indicare Salvini come premier da incaricare per il centrodestra».

Altra precisazione: la corrente Forza Salvini non è un mezzo di locomozione per traghettare un pezzo di partito nella Lega. L’obiettivo è il rinnovamento azzurro.

Related posts