23 Agosto 2019 - 12:24 am


Il blog più querelato del Nord

Breaking News

ZavattaroExxx…Polzive!!! Colpo di scena sul manager della sanità friulana in fuga verso l’Abruzzo. Questione di money, in Friuli pagano meglio. Oggi la decisione. Esclusivo.

Fonte : Abuzzoweb:

Si complica la partita delle nomine dei due dg delle Asl dell’Aquila e di Chieti, già

caratterizzata da ritardi e polemiche e da una mini-crisi della maggioranza di centrodestra innescata dalla Lega e non ancora chiarita del tutto: Francesco Nicola Zavattaro, indicato come manager dell’azienda provinciale teatina, dove ha già lavorato, nel decreto firmato una settimana fa dal governatore, Marco Marsilio, non ha accettato l’incarico. 

Secondo quanto si è appreso, il commissario dell’Agenzia regionale per il coordinamento della Salute della regione Friuli Venezia Giulia, vorrebbe garanzie istituzionali e politiche alla luce della difficile situazione complessiva in cui versa la sanità provinciale di Chieti, anche per accettare un incarico per il quale lascia sul campo oltre il 20 per cento del compenso percepito a Udine. 

Stamani, la maggioranza di centrodestra farà un tentativo estremo incontrando a Pescara l’ambito manager, nominato dal centrodestra e cacciato dal centrosinistra di D’Alfonso: un confronto che il centrodestra avrebbe dovuto fare prima. La mancata adesione ha bloccato anche la nomina dell’altro dg designato, il romano Roberto Testa, che invece ha inviato la adesione propedeutica a formalizzare l’atto che poi deve essere ratificato dalla Giunta.

Per questo, la nomina dei due che fa parte di un unico provvedimento non è stata presentata nella riunione dell’esecutivo di lunedì, ne lo sarà in quella, straordinaria di stamani a Pescara.

A cercare di convincere Zavattaro, oggi saranno oltre al presidente Marsilio, l’assessore regionale alla Sanità, Nicoletta Verì, della Lega, non dl’assessore regionale al bilancio e al personale Guido Quintino Liris, di Fratelli d’Italia, dirigente medico della Asl aquilana ex vice sindaco del capoluogo di regione, molto ascoltato in seno alla giunta anche in relazione a questioni di politica e gestione sanitaria. 

Se il manager prescelto non dovesse essere convinto, si allungherebbero i tempi anche come percorso amministrativo: oltre alla individuazione di un nuovo manager per Chieti, ci sarebbe da preparare le carte per dare il via libera a Testa. 

L’aggiornamento sulla situazione Zavattaro interessa anche il territorio friulano, dove è molto stimato e  dove le istituzioni sono in fibrillazione dopo la nomina in Abruzzo. 

Related posts