20 Febbraio 2020 - 9:42 am


Il blog più querelato del Nord

Breaking News

Agenda Minzolini. Quelli di “Repubblica” arrivano sempre dopo. Renzi spinge sul nome di Giorgetti premier.

Da “il Giornale” di oggi, sabato 15 febbraio.

Renzi, che sarebbe l’altro duellante nell’analisi di Minzolini, invece, ha pianificato tutto. Nel tempo: voterà la fiducia al Milleproroghe; invece, la riforma del processo penale la voterà solo se non avrà un’impronta giustizialista e non conterrà il lodo Conte e Bonafede. «Il premier ha sbagliato con me – sono le istruzioni che Renzi ha dato ai suoi ieri mattina – prima e adesso pagherà dazio. O cambia la posizione sulla prescrizionein terminimeno giustizialisti, visto che i sondaggi stanno dando ragione a noi. O entro Pasqua noi sfiduciamo Bonafede, mettendo nel frattempo nel mirino altri temi grillini come il reddito di cittadinanza il 2 marzo a Milano. Poiché chi ha introdotto Conte tra i 5stelle è proprio Bonafede, il premier non potrà mollarlo». Ed ancora: «Se Conte non cambia posizione, delle due l’una: o il premier trova i numeri in Parlamento, mette in piedi un governo Conte Ter senza la Bellanova e la Bonetti, ma non credo che potrebbe riuscirci. E anche se ci riuscisse quel governo potrebbe andare avanti al massimo tremesi per poi cadere sotto i dati economici. O si fa un governo vero. I nomi ci sono: Draghi innanzitutto; Gualtieri o un Pd; o ancora, se il centrodestra cominciasse a ragionare, non vedo perché non si potrebbe pensare a Giancarlo Giorgetti.

Related posts