26 Novembre 2020 - 9:40 pm


Il blog dei badilanti

radiobadile@gmail.com
Breaking News

AlgoritmoFvg Exxx…Polzive!!! Fedriga mette d’accordo le regioni sulla revisione dei parametri. Per evitare la zona rossa, indossare mascherina bianca. Il successo di i-VisionTech di Martignacco: 16 milioni di mascherine al mese. Esclusivo

Incubo zona rossa per il Friuli. Così non funziona, e serve più attenzione da parte dei cittadini, iniziando dal dispositivo chirurgico che salva la nostra regione dall’abisso. La mascherina e le sue caratteristiche. Per esempio quelle chirurgiche monouso “+forti” prodotte dalla iVision. Intanto il declassamento arancione resterà in vigore fino al 29 novembre. 

 

 

Si è conclusa poco fa la seduta straordinaria della Conferenza delle Regioni che ha preso in esame i criteri attraverso i quali è stata decisa la collocazione nelle varie fasce di rischio. Come si ricorderà, era stata chiesta a gran voce da Fedriga sabato scorso.

Al vertice tenutosi in modalità on line, presieduto dal presidente della Liguria Toti, la proposta di Fedriga di rivedere «I 21 parametri per definire le misure restrittive anti contagio» ha raccolto consenso unanime e trasversale. Oggi stesso i governatori invieranno al ministro Boccia una lettera con la richiesta di maggiore trasparenza e chiarezza sugli stessi parametri e che venga riconosciuto che comunque la decisione finale resta politica e necessita di un secondo confronto con le regioni. Per le zone rosse o arancioni, come il Friuli Venezia Giulia, sono necessari 14 giorni di «permanenza nello scenario di rischio inferiore» prima di possibili allentamenti per alcune aree. Quindi, l’uscita vera e propria dalla zona arancione non potrà avvenire prima del 29 novembre. Ma c’è un altro incubo che fa perdere il sonno a Fedriga-Riccardi, ed è quello dei positivi dell’ultima settimana presa in considerazione: sono passati da 3.484 a 4.209. 

A non rallentare, rispetto alle altre regioni, è la velocità di circolazione del contagio. Una tendenza che preoccupa i vertici regionali che sono finiti sotto la lente della cabina di regia ministeriale. In questo senso, la comunità economica, sociale, culturale e politica del Friuli può reagire solo con l’intelligenza e con l’uso delle mascherine. Evitare il peggio. Proprio oggi Il Sole24 ore ha dedicato una pagina alla iVision Group produttrice delle mascherine chirurgiche. La ditta della famiglia Fulchir sta arricchendo di quarti di nobiltà imprenditoriale il Friuli. E’ già un successo giacché é stata potenziata la produttività che da questi giorni raggiunge l’obiettivo della produzione di 15 milioni di mascherine chirurgiche certificate al mese e di 1 milione di Ffp per lo stesso periodo.

Occorre dire che i dispositivi prodotti hanno ottenuto, unica azienda in Friuli, l’autorizzazione da parte dell’ISS di Brusaferro e che il Ministero della salute ha inserito iVision Tech fra i produttori accreditati. Elementi fondamentali per sventare il pericolo zona rossa a dicembre col vantaggio acquistare la mascherina di alta qualità prodotta nel cuore del Friuli. Evitare ZonaRossa, indossare mascherina bianca. 

Related posts