26 Gennaio 2020 - 9:51 am


Il blog più querelato del Nord

Breaking News

Boris Johnson asfalta i Labur. Via libera alla Brexit. Il commento di Gianni Candotto. Il sistema elettorale.

Gianni Candotto, dirigente di Fratelli d’Italia, consegna alla rete il suo punto di vista sulle elezioni in GB.:

“GRAN BRETAGNA: COME SEMPRE LA NARRAZIONE DEI MEDIA ERA TOTALMENTE FUORVIANTE

Il popolo inglese si era pentito della Brexit. Il popolo inglese voleva il secondo referendum. I sondaggi davano un testa a testa in cui nessuno avrebbe avuto la maggioranza.
Questa era la narrazione dei media.
E sostanzialmente c’è stato il secondo referendum, perchè in queste elezioni inglesi si è parlato quasi solo di Brexit. E il trionfo dei pro Brexit di Johnson è stato a una valanga che annichilito la sinistra (peggior risultato degli ultimi 90 anni dice l’Ansa) e distrutto i Liberaldemocratici (che i sondaggi davano in forte crescita in quanto avrebbero rappresentato la destra europeista) che quasi dimezzano i seggi (da 19 a 12/13 secondo gli exit poll). E adesso a meno che non ammazzino Johnson, la Brexit si farà. Come avevano deciso gli inglesi anni fa, ma erano stati bloccati dai poteri forti e i loro uomini”. Infine una considerazione sul sistema elettorale:  

La notte elettorale britannica è sempre uno spettacolo: la Bbc si collega con i collegi più remoti, i candidati con la coccarda azzurra dei Tories, rossa del Labour, gialla dei Libdem, blu del Brexit Party si offrono impettiti allo sguardo dei telespettatori, gli sconfitti applaudono l’eletto che magari ha prevalso per poche decine di voti. Ma non è soltanto un rito bello. È anche utile. Il sistema maggioritario funziona. Quando si vota anche qui con il proporzionale, per le elezioni europee, la partecipazione cala e il voto si frammenta. Le elezioni politiche polarizzano, inducono alla decisione, individuano un vincitore.

Related posts