9 Aprile 2020 - 10:53 pm


Il blog più querelato del Nord

Breaking News

CapitolatoZavattaro Exxx…Polzive!!! PiattoRiccoNonMiFicco: Riccardi, dove lo hai trovato? Il manager della Maiella, precipitato in Friuli, costretto a prorogare i termini di due gare milionarie causa”errori materiali”; a rischio annullamento le gare del servizio ristoro mediante distributori automatici e dei servizi lavanderia: valore 110milioni di euri

Linea Rossa sanitaria Udine-Trieste. In mezzo, Francesco Zavattaro, il manager della Maiella, invocato da Barbina-dei-Saggi e digerito dall’assessore Riccardi di ForzaTragica. La cabina di regia della sanità regionale, il centro di controllo di via Pozzuolo a Udine, costretto a prorogare due gare milionarie (1,3 milioni di euri per fornitura aghi e cateteri per dialisi e da 1,5 milioni di euri per nutrizione enterale), a causa di “errori materiali” ed “errata indicazione dell’importo della cauzione”, compiuti nella redazione della determina. I termini delle scadenze per il ricevimento delle offerte o delle domande di partecipazione sono stati prorogati, per ambedue le gare, alla data del 06/05/2019 all’ora locale delle 12:00 e modalità di apertura delle offerte alla data del 14/05/2019 alle ore 09:30.

Restano complicate le modalità della gara per i servizi di lavanderia e di lavaggio a secco. Valore dell’importo: 110 milioni 668mila euri. L’appalto è suddiviso in 5 lotti e la questione diventa spigolosa causa il richiamo alla sentenza del consiglio di Stato del 6 dicembre 2018 cui i magistrati davano ragione ai ricorrenti di una srl contro le modalità di assegnazione di una gara d’appalto del servizio ristorazione per i fabbisogni delle aziende sanitarie: “Dolomiti” e “Marca Trevigiana”.

In pratica i ricorrenti contestavano il mancato rispetto del diritto comunitario che prevede la limitazione dell’assegnazione del numero di lotti a un solo concorrente. Non può oltrepassare la soglia del 50%.

Nel bando da 110miloni di euri per il servizio di lavanderia e di lavaggio a secco, pubblicato dall’EGAS nel dicembre 2018 ed ereditato da Zavattaro, non c’è alcun riferimento.

Gare a rischio annullamento. Ecco le determine di proroga delle due gare colpite dagli “errori materiali” e prorogate.     

“Dato atto che: con Determinazione Dirigenziale ARCS 209 del 05/03/2019 si è proceduto all’indizione della gara a procedura aperta per l’affidamento della fornitura di prodotti per nutrizione enterale (…) Rilevato che successivamente all’indizione delle procedure di gara in oggetto sono stati rilevati negli atti di gara i seguenti errori materiali: • gara ID17FAR006/1 fornitura di prodotti per nutrizione enterale, altri prodotti dietetici e prodotti per malattie rare: mancata allegazione alla Determinazione dirigenziale ARCS 209 del 05/03/2019 della tabella dei lotti in gara; Prorogato il termine per il ricevimento delle offerte o delle domande di partecipazione alla data del 06/05/2019 Ora locale: 12:00. Modalità di apertura delle offerte Data: 14/05/2019 Ora locale: 09:30″. 

“Gara ID18DIA003/CUC fornitura di aghi per dialisi, cateteri per dialisi e per dialisi peritoneale: errata indicazione dell’importo della cauzione provvisoria; I termini per il ricevimento delle offerte vengono Vengono sostituiti con i seguenti: Termine per il ricevimento delle offerte o delle domande di partecipazione: Data: 06/05/2019 Ora locale: 12:00. Modalità di apertura delle offerte Data: 14/05/2019 Ora locale: 09:30″.

Related posts