16 Ottobre 2019 - 4:50 pm


Il blog più querelato del Nord

Breaking News

CapitomboloFedriga Exxx…Polzive!!! Vertice di maggioranza oggi a Trieste: il presidente vuole parlamentarizzare l’adesione del Friuli al referendum contro la legge elettorale votata dalla Lega. Alleati perplessi.

Fedriga ha messo la sesta e vuole fare in fretta sulla proposta di referendum annunciata ieri a Pontida per abrogare la quota proporzionale contenuta nella legge elettorale nazionale. Il presidente ha convocato improvvisamente oggi a Trieste un vertice di maggioranza in piazza Unità con Rizzetto, Di Bert, Bordin, Tondo. Assenti gli esponenti di Forza Italia impegnati con l’assessore Roberti in una consultazione sulla riforma enti locali. L’obiettivo di Fedriga è triplice: fare da capofila delle regioni che chiedono la convocazione referendaria (Veneto, Lombardia, Piemonte, Liguria, Sicilia, Trentino A.A. e Abruzzo), depositare in Cassazione entro il mese la richiesta di referendum in modo da fissare l’appuntamento con le urne per il prossimo anno e portare in aula consiliare del FVG la proposta di modifica elettorale in modo da smascherare l’inciucio tra PD e 5Stelle anche in periferia. Gli alleati riuniti oggi a Trieste sono rimasti molto prudenti e non hanno gradito affatto il “taglio nazionale” e precipitoso dell’iniziativa politica. Dalle parti di Autonomia Responsabile il consiglio rivolto al presidente è stato quello di mantenere l’attenzione sulle questioni locali invece che occuparsi di leggi elettorali. La gente non capirebbe. Progetto Fvg sulla stessa lunghezza d’onda ma con toni più accesi. In quanto a Fratelli d’Italia, trattandosi di questioni nazionali, l’ultima parola spetta a Giorgia Meloni. Forza Italia assente. Il problema è anche di natura tecnico-procedurale del consiglio, poiché non essendoci l’unanimità dei capigruppo sulla proposta, sarà necessario attivare una procedura d’urgenza che coinvolge il presidente del consiglio cui spetta la decisione per la calendarizzazione.

Related posts