30 Ottobre 2020 - 6:14 am


Il blog dei badilanti

radiobadile@gmail.com
Breaking News

CarniaTossicPark Exxx…Polzive!!! Spunta il nome di un parente architetto dietro la vendita a un prezzo stellare dei 40mila mq. di terreni impestati di cromo al Consorzio. Esclusivo.

Si parla di un esborso di circa 1 milione e 500mila euri. Corte dei Conti accende un fanale. E’ il magheggio del secolo. Soldi del Consorzio tolmezzino usati per acquistare terreni inquinati, imbottiti di cromo e non bonificati. Favori agli amici Nigris e lo scomparso Filippuzzi che hanno “reso” 800mila euri a cranio. Un danno di oltre 3milioni di euri. Paga Pantalone. Chi è il professionista, imparentato con Filppuzzi (suocero), che preparò la variante urbanistica? Corte dei Conti. 

 

Danno erariale planetario e Corte dei Conti. Esplode e diventa ormai insopportabile il tanfo della peste sul caso dell’acquisto delle aree Filippuzzi-Nigris a Tolmezzo 〈UD〉. Secondo i calcoli di alcuni periti, l’acquisto dei terreni impestati si aggirava attorno a una cifra pari a 1 milione e mezzo di euri. Cifra pazzesca. Un’altro milione è stato impegnato per lo smaltimento di amianto e cromo. Il direttore del Cosilt di allora, come oggi, era Danilo Farinelli, presidente del Cda Mario Gollino.
Resta incancrenita lungo le valli della Carnia la questione dell’impegno di spesa, del conflitto d’interessi e della «culpa in vigilando» da parte dei vertici del Consorzio Industrial Park, rispetto all’acquisto di 40mila metri quadrati di terreno inquinato e impestato di amianto e Cromo, sostanze ad alto grado di tossicità. Come riportato il 14 settembre scorso in esclusiva sulle pagine di Leopost, sono in corso i lavori di bonifica dell’area. Spese a carico di Pantalone. Perché non è stato applicato il principio, prima dell’acquisto, che chi inquina paga? Per capire il magheggio, occorre fare un passa indietro, esattamente al novembre del 2017 quando il consiglio comunale di Tolmezzo adottava la variante urbanistica che ricadeva sull’area Filippuzzi. Che interessi aveva il professionista Paolo Petris (pagato dal Consorzio…) ad elaborare il piano della variante al PRPC? Fra i tanti magheggi che spuntarono sul bidone, venne sollevato anche quello della riclassificazione delle aree con aumento dell’indice: Come mai un Consorzio industriale si allarga e va ad impelagarsi in acquisti di aree precedentemente classificate come H commerciali? per di più inquinate da Cromo? Quale sarà il conto finale di questa strampalata operazione? Chi ha beneficiato, in termini economici, di questo magheggio? Carnia infetta, Industria inquinata, Regione malata.

Related posts