25 Maggio 2020 - 1:41 am


Il blog più querelato del Nord

Breaking News

CarognaVirus Exxx…Polzive!!! A Udine esplode la pandemia della differenziata. Quello che Fontanini non dice sul porta porta. I bidoncini sono degli eccellenti agenti di contagio, riportarli in casa è un rischio. Esclusivo

 

Poco fa, il sindaco di Udine eletto per sbaglio, ha diffuso un videomessaggio in cui obbliga gli udinesi a indossare la mascherina e i guanti per entrare nei negozi di alimentari. Quante mascherine, a parte quelle da cosmonauta che ha preso per sé, sono state distribuite in città? ben poche, anzi pochissime. Ma lo scandalo in tempi di peste per la povera Udine è ben altro. Vestaglia antepone l’ideologia della raccolta differenziata alla salute dei cittadini. Proprio oggi, in piena pandemia, l’amplificatore cartaceo al soldo della Net e di Vestaglia, ha cercato disperatamente di convincere gli udinesi della bontà della raccolta differenziata. Il direttore Fuccaro dava numeri rituali per addolcire gli utenti, ma le famiglie sono nel panico. Qual’è il pericolo, in tempi di Covid, del porta porta? C’è il pericolo che i cassonetti si trasformino in una bomba bubbonica. Con la differenziata gli utenti sono costretti ad esporre i bidoncini per diverse ore sulla strada, giorno e notte. Molti medici ed esperti segnalano a Leopost che gli odori e i raccoglitori rappresentano l’angolo preferito di topi, gatti, cani e volatili. Inoltre non si ha nessuna certezza di eventuali manomissioni. l’allarme degli utenti è pertinente: dopo che i bidoncini sono rimasti fuori per tutte quelle ore, raccolto le pipì dei cani, dei gatti e dei topi, dobbiamo riportarceli in casa. Con quali rischi? 

Related posts