20 Gennaio 2021 - 4:52 am


Il blog dei badilanti

radiobadile@gmail.com
Breaking News

CellinaInFiamme Exxx…Polzive!!! Azione dimostrativa degli anarco-insurrezionalisti in 3 comuni del pordenonese: lasciati tre pacchi regalo sospetti. “Basta devastazioni ambientali”. Intervento degli artificieri di Udine. Esclusivo.

Il gruppo anarchico locale ha compiuto oggi, venerdì 25 dicembre, un’eclatante azione dimostrativa contro la devastazione ambientale cui è soggetta l’area circostante il torrente Cellina, a nord di Pordenone. Segue…

Volantini sono stati appesi sulla porta d’ingresso dei comuni di Barcis, Claut e Cimolais (Pn), assieme a tre pacchi regalo sospetti lasciati in evidenza. Alcuni cittadini, accortisi della stranezza, hanno avvertito i Carabinieri della stazione di Cimolais che hanno provveduto, a loro volta, ad informare gli artificieri di Udine. Gli specialisti hanno fatto esplodere i pacchi che contenevano solo sabbia e sassi. Nella comunità l’azione ha destato inquietudine. Dalla lettura dei volantini, s’intuisce che gli anarchici hanno già pronunciato la loro sentenza: “Commissariare il comune di Barcis per pianificazione di catastrofe e per complicità i comuni di Claut e Cimolais”. Nel dispaccio le accuse ai trappoloni locali sono molto pesanti. Si rilevano rendite garantite ai padroni dell’industria idroelettrica (un caso simile sta esplodendo in Carnia zona Ovaro), irrigua e cavatoria; scellerate devastazioni ambientali, sghiaiamento, il nuovo ponte che inteferisce col deflusso di piena e sulla viabilità, e lo scarico supplementare di 1.000 metri cubi al secondo. Secondo gli anarchici si tratta di: “Una catastrofe annunciata”. Le richieste sono urgenti e muovono dallo smantellamento della diga di Barcis, una pianificazione dello sviluppo sostenibile e ripristinare la vita del torrente con una minima portata vitale di 2 metri cubi al secondo. L’organizzazione anarco-insurrezionalista dell’area, annuncia che seguiranno altre forme di protesta più eclatanti di quelle di oggi.

 

Related posts