30 Ottobre 2020 - 5:10 am


Il blog dei badilanti

radiobadile@gmail.com
Breaking News

CentroDestraFvg Exxx…Polzive!! Imboscate Ducali e insidie Friulane. Codroipo e Cividale. Esclusivo

I consiglieri comunali azzurri di Codroipo sono in forte tensione col sindaco Marchetti. Il Richelieu del Medio Friuli, Cesarino Toso, ha chiesto e ottenuto un vertice con Riccardi. A Cividale spunta un magheggio giuntale da far invidia al diavolo del ponte. Regia del leghista Lio-Elia Miani.

 

Per ora il quadro post elettorale friulano presenta il conto in due municipi che sono il simbolo dello schizofrenico centrodestra: Cividale e Codroipo.

A Cividale, dopo l’ubriacatura dei corrispettivi marcati, la formazione della giunta incendia la coalizione. Liquidare come già protocollato il primo esecutivo Bernardi sarebbe un grave errore. Se da un lato Forza Italia conferma le aspettative e si sistema col vice sindaco Novelli e l’assessora Catia Brinis, dall’altra bisognerebbe ridimensionare gli appetiti della Lega, ma…

Nel computo cencelliano il sindaco vale due assessori, di conseguenza, assicurato l’assessore alla Leghista Rita Cozzi (la più votata della lista) ed esclusa la poltrona per via dell’incompatibilità di Elia Miani giunto secondo, i giochi in casa Lega sarebbero bell’e chiusi. Flavio Pesante terzo in lista, dovrebbe cedere la poltrona al secondo della Lista Balloch, Stefano Coceano. Ma lo scambio non è necessario giacchè Elia Miani, factotum della Lega a Cividale, ha in mente il magheggio ducale. Eccolo:

In accordo con alcuni esponenti della maggioranza, Flavio Pesante farà l’assessore ma si dimetterà da consigliere comunale per consentire a Mario Iussa, quarto degli eletti nella Lega, di entrare in consiglio. A chi interessa che Iussa entri in consiglio? Il diavolo s’infila nei ponti e nei dettagli.

In quanto a Codroipo, la situazione si è ulteriormente incancrenita dopo il passaggio del sindaco ducetto Marchetti con Fratelli d’Italia e l’appoggio del capogruppo di Forza Italia Di Natale alla candidata Iacuzzi a Varmo. L’attività di fiancheggiature tricolori a Varmo ha mandato in fibrillazione il gruppo di Forza Italia codroipese più aderente ai berluscones e che stava con Prampero. Per questo motivo, domani mattina su impulso del Richelieu del Medio Friuli, Cesarino Toso, si terrà un riservatissimo vertice con Riccardo Riccardi per individuare un nuovo capogruppo che vada a sostituire l’ormai patriota Bruno Di Natale. Fra gli animatori dell’incontro spiccano i nomi di: Annalisa Dri, Segio Spada, Giancarlo Bianchini, Tiziana Cividini e Claudio Tomada.

Related posts