30 Ottobre 2020 - 6:13 am


Il blog dei badilanti

radiobadile@gmail.com
Breaking News

CentroDestraFvg Exxx…Polzive!!! L’assemblea Net rivela lo stato di crisi della Lega. Una bellunese al posto della friulana Moschione. Eletto Mario Raggi presidente. Sbrego col Csr della bassa friulana. Esclusivo

Al momento della conta sui voti per i consiglieri, la Lega si è accorta di essere andata sotto. Panico e ricorso al voto pesante del comune di Udine. Salvata la faccia e caos in assemblea. Tensione alle stelle per la totale disorganizzazione del centrodestra. Figura di merda planetaria dell’assessora di Udine Laudicina. Il riccardiano Petris sfila la poltrona a Colaoni. Fontanini esclude la friulana Moschione per una bellunese.

 

 

Lega in totale confusione. Impallinata la consigliera comunale di Pavia di Udine Mariella Moschione, sostenuta trasversalmente dall’intera assemblea, per far posto a una sconosciuta bellunese.

Da “IlGiornale di Udine”.

L’assemblea dei soci della Net ha nominato i nuovi vertici della Net: il Comune di Udine ha fatto man bassa indicando 4 consiglieri su 5 e sottraendone uno ai comuni della Bassa friulana, ex soci del Consorzio smaltimento rifiuti (Csr). L’assessore Laudicina rappresentante del Comune di Udine ha indicato per la Presidenza Mario Raggi (quota Lega), consulente finanziario di GO FIN e già consigliere comunale di Udine e di Tavagnacco. Sfumata quindi l’ambizione dell’ex consigliere comunale della Lega Marcello Mazza (che ha osteggiato il sistema di raccolta rifiuti Porta a Porta).

L’ex segretario cittadino di Fdi Ugo Falcone è entrato nel Cda della Net come anche Gianni Petris in quota Forza Italia. L’ex Consorzio smaltimento rifiuti ha nominato un solo componente (il patto tacito tra Net e Csr all’epoca della fusione era che 3 consiglieri sarebbero stati nominati dal Comune di Udine e 2 dall’ex Csr), riconfermando Laura Antonelli. New Entry l’avvocatessa bellunese Alfrida Bearzotti, anch’essa nominata da Udine.

Parole grosse sono volate durante la riunione per lo “scippo” del Comune all’ex Csr e mugugni molto forti si odono sulla scelta del Presidente.

Related posts