20 Settembre 2019 - 6:38 pm


Il blog più querelato del Nord

Breaking News

CollinareFvg Exxx…Polzive!!! In Friuli il peggio dell’Italia: Giovedì sera l’assemblea approverà una variazione di bilancio per sistemare 4 poltronari: Turridano, Pirrò, Bulfone e Pischiutta. Bando a rischio sul nuovo direttore. Scoppia il caso Ambotta in commissione.

Se a Roma Salvini e la Meloni radunano migliaia di manifestanti contro il governo del “patto della poltrona”, in Friuli la sistemazione è molto ricercata e condivisa. Anche fra i componenti dell’irriconoscibile centrodestra. Il caso della Comunità Collinare (15 comuni riuniti in consorzio) è vomitevole. Nel bel mezzo dell’agosto scorso l’assemblea del consorzio ha deliberato sul trattamento economico dei componenti il CDA. Pur in presenza dell’insignificante attività dell’ente, i 4 consiglieri hanno ottenuto il via libera per ricevere una paghetta di circa 600 euri/mese. Sono: Gianbattista Turridano, Roberto Pirrò, Domenico Bulfone e Massimo Pischiutta. Giovedì prossimo alle ore 18 è convocata l’assemblea consortile per approvare una variazione di bilancio di previsione. La manovrina si rende necessaria per impegnare risorse economiche che finiranno nelle tasche dei 4 poltronari. A Roma manifestano contro il Patto della Poltrona, in Friuli le gramole degli amministratori sono pronte per ricevere le mesate.

Ma c’è un altro punto che interessa l’assemblea e dove alcuni partecipanti hanno puntato l’attenzione. Si tratta dell’avviso per il nuovo direttore che dovrà sostituire il precedente Gilberto Ambotta. A partire dai nomi della commissione che dovrà valutare i nominativi da proporre al consiglio di amministrazione per il conferimento dell’incarico di Direttore del Consorzio. Chi sono i nomi che compongono la commissione? presto detto:

Paolo De Simon, presidente del CDA; Gilberto Ambotta, commissario esperto; Germana Alloi, segretario verbalizzante. In merito al bando, secondo alcuni esperti di diritto amministrativo, il documento conterrebbe lacune spaventose tanto da spingere più di qualche partecipante, ad impugnare l’elaborato.

Trattandosi di dirigente, il bando non riporta l’inquadramento contrattuale, non c’è alcun riferimento al contratto collettivo regionale sul comparto unico, assenti le indennità di risultato. Il trattamento economico (45mila euri/anno) non è chiaro ed è a rischio impugnazione.

I candidati partecipanti sono 34 e va ricordato che il trattamento tabellare del Contratto collettivo sul comparto unico è di 48mila euri più i premi stipendiali. Nel caso del direttore della comunità collinare, l’art 2 riporta che: 

Il trattamento economico annuo omnicomprensivo è individuato in Euro 45.000,00 ed è soggetto alle ritenute erariali, previdenziali ed assistenziali di legge, da rideterminarsi in funzione a maggiori esigenze di presenza richiesta dall’Ente.

Related posts