23 Settembre 2020 - 2:17 am


Il blog dei badilanti

radiobadile@gmail.com
Breaking News

CrocKFriuliDoc Exxx…Polzive!!! Assalto alla Lega. L’attivismo dei “miglioristi” di ProgettoFvg disturba il Carroccio. Aperto il mercato friulano con l’obiettivo di diventare il primo partito in consiglio a Udine. Govetto scrive a Leopost: “Ormai i competitor siamo io e Venanzi”. Esclusivo.

Di cosa avranno parlato per due lunghissime ore Cunta, Falcone e Michelini venerdì sera sulla Piasentina di via Mercatovecchio?

Friuli Doc 2020 in epoca Covid. Dopo aver scollinato il giovedì dell’inaugurazione e celebrato la Peste mondiale, le segreterie dei partiti di centrodestra hanno ripreso a pedalare come gregari in fuga (Cit). Le sirene della campagna elettorale di Cividale, Caneva e Premariacco, trascinano anche le diplomazie udinesi sul terreno della competizione politica. Sotto quest’ottica va letta la vampata dell’incontro seminascosto di venerdì sera fra i due più autorevoli rappresentanti di Progetto Fvg del capoluogo friulano, il vice sindaco Michelini e l’assessore Falcone, e Andrea Cunta, il consigliere della Lega più apprezzato da Fontanini. Un caso? chissà. Occorre dire che la sera prima, sia Michelini che Cunta avevano ignorato il brindisi post inaugurazione di Friuli Doc al «Metropolis», preferendo il meno impegnativo  “Alle Volte”.

Il corteggiamento dei moderati “miglioristi” verso alcuni consiglieri comunali, non è una novità. Sulle ali della federazione composta da ProgettoFvg e Forza Italia, volano le strategie e le pesature del futuro centrodestra Fvg. L’attivismo dei moderati è ben avvertito in tutta la regione, in particolare in Alto Friuli dove il forzista Cacitti a Tolmezzo sta investendo molto sul sindaco Brollo.

Tornando a Udine, e valutando i numeri in campo, i moderati potrebbero tentare il colpaccio di unire in un unico soggetto politico le anime del Misto, di Forza Italia, di Progetto e di alcuni leghisti delusi ormai dalle promesse di Fontanini. I numeri contano. Se queste pedine finissero per coalizzarsi, il sindaco non potrebbe più galleggiare e continuare a coglionare i donatori di voti che hanno consentito al centrodestra di affermarsi a Udine.

Sullo sfondo udinese, la zampata di Govetto, il consigliere comunale più versatile del capoluogo. In un messaggio inviato a Leopost il forzista rivela: “Come avrai visto anche su Il Messaggero Veneto (posizioni su Friuli Doc), i due prossimi competitor per il comune siamo io e Venanzi”. Olé.

Related posts