23 Settembre 2020 - 2:56 am


Il blog dei badilanti

radiobadile@gmail.com
Breaking News

DaPozzoPresidente Exxx…Polzive!!! Il piazzista del record dei bilanci in rosso di UdineGorizia Fiere si fa dare 500 mila euri dalla regione. Pordenone rifiuta il matrimonio coi morti. Esclusivo.

Il 3 agosto scorso, il socio di maggioranza di Udine-Gorizia Fiere Spa (CCIAA), all’incontro con alcuni consiglieri comunali di Udine, ha osservato: “…abbiano voluto portare a conoscenza dei consiglieri interessati, quali sono le prospettive per il futuro… ribadito la linea della Camera (sul caso UD-GO Fierie spa), propensa a una sinergia con Pordenone. Stop.

Il sottotitolo del periodico friulano «Il Friuli BUSINESS» di qualche anno fa dedicato al presidentissimo Da Pozzo, era paradigmatico: Esplorate nuove strade. Dolcissimo. Le nuove strade sono quelle che il presidente della CCIAA di Pordenone Udine Giovanni Da Pozzo, annuncia e promette per tirare un bidone da 500mila euri alla regione Fvg. La CCIAA è socia di maggioranza (48,96%) dell’agonizzante Fiera spa di Martignacco (Ud). L’altro giorno, per dare un segnale di esistenza, Da Pozzo ha radunato alcuni consiglieri comunali nella sua sede per un paio di buffetti estivi. Dopo 4 bilanci in rosso consecutivi, il piazzista carnico infila un paio di piroette da brivido che solo in distratti friulani ingoiano. La prima: promette che farà un accordo con quelli di Pordenone (è presidente della CCIAA in seguito a un tacito accordo, un baratto, con la Fiera di Pn che non deve essere “disturbata” da quella di Udine).

La seconda: si fa dare 500 mila euri dalla regione. En Plein.

Sul primo punto, quelli di Pordenone, con buona pace del carnico, hanno già fatto una pernacchia alla proposta di fusione. Il sindaco Ciriani: “I matrimoni si fanno con i vivi e non con i morti”. Raso al suolo Da Pozzo. Il motivo è semplice, il polo fieristico di Pordenone, lo scorso anno, ha registrato un fatturato di 6,5 milioni e mezzo. Quello di Udine, 1,4 milioni. Per questo motivo il presidente del polo pordenonese Pujatti, che ragiona da imprenditore e non da collezionista di poltrone, fa sapere agli udinesi che fusioni e acquisizioni hanno senso solo se compiute all’interno di un progetto industriale. Che non c’è. Fuffa. Esplorare nuove strade. In quanto ai 500 mila euri spillati alla regione, un navigato consigliere regionale riferisce: I bonus per sostenere i consumi (o la Fiera) sanno di improvvisazione. Bruciare milioni di euri inutilmente per una ripresa che non ci sarà. Più concreto il consigliere de Il patto per l’autonomia Moretuzzo: «L’attendismo in una situazione come questa è più simile a una lenta eutanasia che a una volontà di rilancio». Altri si chiedono quale sia la visione del socio di maggioranza (CCIAA) rispetto al futuro di un ente che è strategico per tutto il Friuli, a partire dall’utilizzo delle risorse già stanziate (circa 8 milioni di euro) e bloccate da dieci anni, che potrebbero essere riconvertite verso nuove forme di sviluppo dell’ente e delle sue strutture.

Esplorare nuove strade. Pordenone pedala, Da Pozzo sullo sdraio.

Related posts