21 Settembre 2020 - 11:30 am


Il blog dei badilanti

radiobadile@gmail.com
Breaking News

DisordineCentroDestraFvg Exxx…Polzive!!! Il caso Ivan Boemo (Gonars) manda in fibrillazione la Lega. Luigi Toller: “Non lasciatevi ingannare dalle apparenze…ha solo voluto far vedere che lui è più bravo del consigliere regionale Budai”. Irritazione fra i meloniani. Sbrego Esclusivo.

Luigi Toller, storico leghista dell’area sandanielese e vice sindaco del comune di Dignano al Tagliamento, accende la schermaglia agostana sui migrantes: “Dietro il grande attivismo del sindaco di Gonars (Ud), non ci può essere altro che un attacco al nostro consigliere regionale della Lega eletto nel territorio”. Il riferimento è ad Alberto Budai,  totalmente assente nella circostanza. Il sospetto è pertinente e rischia di acuire lo scontro fra i cosidetti moderati e la prepotenza in regione della Lega. Un casus belli di dimensioni planetarie che mette in evidenza l’irrilevanza dei leghisti a Udine e a Pagnacco dove si registrano almeno una 40ina di migrantes fuggiti dalla tendopoli di Castellerio e i continui arrivi nel capoluogo friulano.

Insomma l’attivismo del sindaco forzista Boemo, che da domenica è sul territorio ed ha trasferito alcuni profughi a Bologna, infastidisce la Lega. Vieppiù che la maggior parte dei sindaci e consiglieri regionali del Carroccio sono ancora in ferie e dei problemi dei cittadini se ne sbattono (con l’unica eccezione del sindaco di San Daniele Valent). Ad aggiungere benzina sull’incendio dignanese di Toller, interviene anche Fratelli d’Italia (il già sindaco di Dignano Turridano) che non ha gradito l’intervento del leghista Toller. Il punto è uno solo: Di chi è la paternità dei migrantes? Solo ed esclusivamente della Lega. In costante e disperata ricerca di mantenere alta la tensione pregando iddio che l’emergenza profughi continui. Che nessuno si permetta di sfiorare la miniera dei mojitos. La stessa proposta del sindaco Boemo di organizzare un incontro fra i primi cittadini del Friuli con il ministro Luciana Lamorgese, ha spiazzato i leghisti.

Per converso, occorre dire che lo stesso Toller ha fatto sgombrare un edificio nella frazione di Bonzicco dalla presenza di una decina di richiedenti asilo. Resta intatta l’accusa di lesa maestà al popolo del Carroccio. 

Related posts