20 Febbraio 2020 - 10:09 am


Il blog più querelato del Nord

Breaking News

DisordineUdine Exxx…Polzive!!! Cominciano il 4 febbraio le prove del concorso-mostro per assumere 11 istruttori, oltre 500 candidati!! Durata delle prove più lunghe della storia d’Italia: oltre 3 mesi. Dirigenti nel caos, ennesima bufera sull’incapace Fontanini. Esclusivo i nomi dei candidati.

Secondo il calendario ufficiale si comincia il 4 febbraio alle ore 14 (lettera U) e si dovrebbe (si dovrebbe…) finire alla fine di aprile. 24 candidati per ogni sessione. Delirio.

Dopo il caos del concorso Uti-Collinare sul quale ci torneremo con dettagli strepitosi, esplode un altro episodio di impreparazione e superficialità nella gestione dei concorsi pubblici nel marcio Friuli. Se i commissari dell’Uti-Collinare hanno preso per il culo circa 170 aspiranti, a Udine, il sindaco e i suoi soci, si prendono burla di quasi 600 candidati: un record mondiale raggiunto grazie alla confusione e al disordine che alberga a palazzo D’Aronco. Il SindacoPivettaro tira 6mila euri/mese; gli assessori 3mila. Perché pagarvi? Chi paga il disagio che avete arrecato a oltre 500 persone? La posizione organizzativa Francesca Contin tira circa 50mila euri/anno.

La responsabile del procedimento, alla quale il pivettaro Fontanini ha rinnovato la posizione organizzativa per tutto il 2020, ha combinato un caos di dimensioni africane che non hanno precedenti nella storia del governo cittadino. Si tratta del concorso per l’assunzione di 11 istruttori amministrativi cat. C in comune a Udine. Niente di che, lo dimostrano i commissari dell’Uti del Torre, eppure c’è voluto il sindaco leghista per annotare il comune di Udine nella storia: Non era mai successo che alle prove orali, dopo le clamorose falle nelle preselezioni e negli scritti, si presentassero oltre 500 candidati. Chi ha istruito il concorso? Chi paga i danni e il disagio agli aspiranti? Il sindaco dirà: E’ compito degli uffici. Ovvero di quelle persone che lui stesso ha scelto e che cerca di scaricare per evitare un’altra figura di merda. Vieppiù che a Fontanini non interessa nulla della città in quanto va ripetendo come un disco rotto che lui, alla fine di questo mandato (speriamo prima possibile), non si ricandiderà più. The End. Centrodestra irriconoscibile.

 

 

 

Related posts