20 Febbraio 2020 - 9:40 am


Il blog più querelato del Nord

Breaking News

DisordineUdine Exxx…Polzive!!! Violenza chiama violenza. Centrodestra irriconoscibile: Govetto, Falcone, Casonetto, Di Vico, Signor, Della Rossa e Costantini incapaci di far svolgere i lavori di un quartiere. Govetto sfila le chiavi a Falcone. Esclusivo.

Chi possiede le chiavi della sede del quartiere N°8 di Udine oltre alla presidente Chiarandini? L’assessore delegato o il paraduro del sindaco? Scoppia un giallo e uno sbrego che delegittima l’assessore Falcone in un battibaleno. Le chiavi le possiede il consigliere Govetto. Come da immagini, procedamus. I convocatori volevano sfiduciare la presidente e invece si sono presi per i capelli. 

Violenza chiama violenza, il pensiero unico dei pivettari che compongono il peggior centrodestra friulano, si sfracella in via Cividale a Udine. Figure di merda planetarie, istituzionali e politiche compiute da caricature degne del fortunatissimo serial Tv “Macete”. Ieri sera i consiglieri Caterina Casonetto, Miriam Di Vico, Gabriele Signor, Matteo Della Rossa e Riccardo Costantini volevano discutere una mozione di sfiducia contro la presidente di quartiere Anna Chiarandini. Tutto rinviato. Non sono stati nemmeno capaci di individuare una sede adeguata, come da regolamento comunale, per far svolgere i lavori. La sede indicata conteneva solo 10 posti. A rinforzare la banda di disperati, sono giunti in soccorso lo spaventapasseri Govetto, uomo ombra di Fontanini e l’assessore fantasma e delegato, Falcone. Sono volate parole grosse (Salmé rivolgendosi a Falcone: “Non sei mica al mercato del pesce!!?) e rinvio della discussione sulla mozione contro Chiarandini. In pratica, Lega e Progetto FVG vogliono blindare il quartiere e non vogliono storie. Pensiero unico. Far fuori la combattiva Chiarandini e sistemare Miriam Di Vico o la Casonetto. Centrodestra irriconoscibile che annuncia misure contro la violenza e poi si scopre che sono gli stessi esponenti a fomentarla. Domani sera alle 19.30 presso la Sala Parrocchiale di via Cividale n. 650, nuova riunione, presidente Chiarandini, irremovibile. Tornate nel contado. 

Related posts