6 Agosto 2020 - 11:53 pm


Il blog dei badilanti

radiobadile@gmail.com
Breaking News

EmergenzaLegaFvg Exxx…Polzive!!! Udine FarWest, Fedriga si è rotto i coglioni di Fontanini e del suo codazzo: Pensano solo al Merlot e i consensi crollano. Convocata a Trieste la banda dei perdigiorno friulani. Balla la sedia dell’assessore alla sicurezza Ciani. Esclusivo.

Cosa sta accadendo alla Lega di Udine? Pare che il caso Moschea, il baccalà che ha preso il consigliere Foramitti in zona stazione, le lamentele dei residenti, il programma sicurezza fallito, la viabilità, la polizia locale, i centri commerciali, i consiglieri comunali che si fanno sputtanare sulle reti nazionali e il disastro sui rifiuti, abbiano costretto Fedriga a tirar sù il cartellino. Quello rosso. Messaggio politico: l’incontro avverrà a Trieste e non a Udine.

Il feudo leghista governato dal peggior sindaco che la città abbia mai avuto, sta facendo crollare i consensi della Lega in tutta la regione. Le spie rosse sono accese. Per questo motivo Fedriga ha convocato sindaco, assessori e consiglieri del Carroccio per giovedì prossimo a Trieste. Tardo pomeriggio. Rimbalzi di corridoio danno sulla graticola l’assessore alla sicurezza Ciani e quello ai grandi eventi Franz. Il primo, si è distinto per le distrazioni sull’autorizzazione alla realizzazione del centro culturale islamico più grande della regione e per gli show festajoli e serali post lockdown con Del Longo e lo zoppetto Dri. L’altro, per aver totalmente abbandonato le categorie produttive al loro destino, ancora oggi non si conosce lo sviluppo di piazza San Giacomo e degli esercizi in periferia.

A Trieste, gli spifferi da Udine, per converso, segnalano un’intensa dedizione dei leghisti al Merlot, al taglio di nastri a ripetizione e al quotidiano impegno a festeggiare. Hanno scambiato l’amministrazione della città più elegante del Nord per un circo. Del resto, il consigliere Pavan ne è la dimostrazione plastica. Purtroppo la ramanzina di Fedriga sarà tardiva e inefficace. Il centrodestra, causa Fontanini, può scordarsi di ripetere il fortunoso risultato del 2018 a Udine. The end. Forse tra un secolo.

Related posts