23 Settembre 2020 - 10:56 pm


Il blog dei badilanti

radiobadile@gmail.com
Breaking News

Exxx…Polzive!!! Veneto&Friuli modernissime locomotive d’Europa: Taglio del cuneo fiscale per trombare con puledre di alto livello e ricevuta per le detrazioni. Scoperto un giro diMignotte fra il Livenza e il Tagliamento. Esclusivo.

Veneti che applicano le misure fiscali del governo anche per il mestiere più vecchio del mondo: su richiesta, veniva rilasciato lo scontrino fiscale la prestazione sessuale. Una novità assoluta in Italia.

I Friulani che si trovano sul confine occidentale, assimilano. Un giro di puledre di alto livello è stato scoperto in provincia di Venezia, chiusi due night club a San Donà di Piave e a Quarto d’Altino. Un cinquantina di ragazze, regolarmente contrattualizzate, erano impegnate nell’intrattenimento che avveniva all’interno dei night club l’Arabesque di San Donà di Piave e il Game Over di Quarto d’Altino.

 

Da “La Nuova di Venezia”:

“Le prestazioni sessuali all’interno del privè costavano 150 euro a mezz’ora, in albergo fino a 500 euro mentre per una notte a casa del cliente si arrivava anche a 1.500 euro. L’organizzazione era tale che le donne, in caso di prestazione fuori dal club, portavano con sé i Pos per consentire ai clienti di pagare con la carta di credito. I pagamenti venivano mascherati ad esempio con l’acquisto di bottiglie nel locale. Naturalmente l’accredito finiva nei conti correnti dei due gestori. Incassi sui quali pagavano le tasse. Gli indagati, raggiunti dal provvedimento restrittivo firmati dal gip Davide Calabria, sono Matteo e Federico Vendramello, jesolani, rispettivamente di 40 e 44 anni, gestori dei due locali entrambi portati in carcere, mentre ai domiciliari sono finiti, invece, la romena Michaela Hobila (35), di Jesolo; Lorenzo Borga (70), di San Donà e Ugo Bozza (66), di Portogruaro (Ve), che si occupavano dell’organizzazione logistica”.

Tutti sono accusati, a vario titolo, di favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione. Le puledre infatti, consegnavano ai gestori dei night dal 50 al 70% del guadagno per le prestazioni.

Related posts