31 Marzo 2020 - 4:26 am


Il blog più querelato del Nord

Breaking News

Fedriga Exxx…Polzive!!! Il presidente leghista nel mirino della nuova maggioranza “Giuseppi”: Impugnata la legge che favorisce le imprese del Friuli VG; Serracchiani attacca Fedriga sulla ferriera di Servola. Scintille in TV su Telequattro.

In Friuli son subito sbreghi. Il governo “Giuseppi” ha appena fatto in tempo a giurare che già le scintille assumono dimensioni planetarie. Con ordine: Inizia Fedriga provocato dalla bocciatura della legge sui migranti impugnata dal cdm perché discriminatoria, si prosegue su Telequattro con Shaurli, Rizzetto, Bordin e Ussai. Si conclude (si spera) con Serracchiani sulla ferriera di Servola. Fedriga come bersaglio. 

Il primo consiglio dei ministri del nuovo governo M5S-Pd dà subito del filo da torcere alla Regione Fvg a connotazione leghista, suscitando le ire del presidente Massimiliano Fedriga.

Nel mirino del governo c’è la legge n.9 del 08/07/2019, «Disposizioni multisettoriali per esigenze urgenti del territorio regionale», in quanto «numerose disposizioni sono risultate eccedere dalle competenze Statutarie della Regione». Fedriga va su tutte le furie e osserva in diretta facebook: «Tutti i cittadini del Fvg e dell’Italia devono sapere cosa sta facendo a Roma il governo M5S-Pd nel primo consiglio dei ministri. Sono già diventati il governo dell’immigrazione selvaggia, ed è una vergogna che al primo incontro decidano di operare in questa direzione». Fedriga difende l’impianto: «Come Regione abbiamo fatto una norma che aiuta sotto il profilo fiscale le persone che assumono disoccupati, purché questi siano residenti in Fvg da almeno 5 anni. Questo perché pensiamo che i soldi dei nostri cittadini vadano impiegati per combattere la disoccupazione sul territorio e non in Francia o Polonia. Ma il governo ora ci dice che così facendo non aiutiamo gli immigrati». Prosegue ancora il presidente: «Quando siamo arrivati alla guida della Regione c’erano fondi per far fare corsi di sci a chi è entrato irregolarmente sul nostro territorio. Noi abbiamo spostato i fondi per l’accoglienza diffusa, i corsi di sci e cucito, a favore dei rimpatri volontari, in collaborazione ovviamente con l’esecutivo che ha competenza al riguardo». Infine la stoccata: «Guarda caso tutte le norme impegnate sono della mia Regione. Sono contento di dare fastidio a questi traditori che non hanno voluto far votare il popolo». La ferriera:

Sulla questione ferriera, secondo l’ex presidente Serracchiani, questa è la crisi industriale e occupazionale più grave di Trieste, da decenni. Così ha definito la nuova fase per lo stabilimento che si è aperta dopo l’annuncio di ieri del cavalier Arvedi. “E’ stata creata una situazione di rottura senza preoccuparsi delle gravi conseguenze che rischiano di essere pagate dai lavoratori e dalle loro famiglie”.

Related posts