26 Novembre 2020 - 9:43 pm


Il blog dei badilanti

radiobadile@gmail.com
Breaking News

ForzaTragicaFvg Exxx…Polzive!!! La maggioranza salva il presidente maneggione Zanin. Il nobile Romoli si ribalta nella tomba. Esclusivo.

Era stato affidato alla forzista Mara Piccin il compito di sottoscrivere il testo stravolto della mozione su Zanin relativamente alle presunte incompatibilità e magheggi compiuti in Mtf dal presidente. Per questo motivo è stata ritirata.

 

 

I proponenti della mozione 207 presentata da Franco Iacop (Pd), con la firma di tutti i colleghi del gruppo, attraverso la quale si chiedeva di avviare una verifica sulla completezza e regolarità di tutte le procedure, in primis della Giunta Elezioni, a garanzia assoluta del ruolo del presidente del Consiglio regionale e del corretto funzionamento del medesimo organo. La maggioranza aveva modificato il testo creando le condizioni per rifiutare il confronto politico in aula. Prevedibile, visto l’impaccio dei tragici rispetto alla questione di un presidente del consiglio delegittimato dal popolo come testimoniato dalle scritte apparse per Udine.  

Figura ingombrante, inopportuna e densa di aspetti amministrativi ancora tutti da chiarire. E’ quella del presidente del consiglio della regione Fvg Piero Mauro Zanin che, dal ruolo istituzionale che ricopriva, si era autoassunto direttore generale della partecipata Mtf di Lignano senza bando e aveva goduto di tutti i benefit dell’azienda. Dopo che la libera informazione aveva sollevato il caso, Zanin ha chiesto l’aspettativa, ha restituito la Volvo Station e il Cda della Srl lignanee gli ha chiesto la restituzione di circa 180 mila euri che si era intascato. Il totale del bidone che Zanin ha tirato ai lignanesi è di circa 380mila euri 〈vedi Fatto Quotidiano del 10 ottobre scorso〉. Una biografia da urlo che mette d’impaccio l’intera maggioranza. Proprio ieri a Gorizia, il sindaco Zibernaha scoperto il ritratto di Ettore Romoli, il predecessore di Zanin. Un’eredità ingombrante che la maggioranza di centrodestra si porta dietro a Trieste.  

Related posts