6 Agosto 2020 - 11:25 pm


Il blog dei badilanti

radiobadile@gmail.com
Breaking News

GabrioVaccarin Exxx…Polzive!!! Da Nimis a Roma esplodono guai e polemiche sul candidato sindaco in divisa nazista. Ipotesi reato di apologia di fascismo. I vertici locali condannano e tradiscono la storia. Esclusivo

 

Centrodestra stordito dal cortocircuito da migliaia di watt provocato dal friulano Gabrio Vaccarin immortalato in divisa nazista. Una carnevalata che può costare molto cara al consigliere comunale di Nimis (Ud) e candidato sindaco nel 2016 per Fratelli d’Italia (24%). Eccolo in foto con la divisa delle SS che i vertici friulani del partito hanno subito cercato di occultare. Purtroppo la rete non perdona e le foto del consigliere comunale con tanto di immagine del Fuhrer sullo sfondo, hanno fatto il giro del mondo arrivando fino a Roma dove Giovanni Zannolla, consigliere comunale del PD, commenta: Non ho timore a dire che i colleghi di FDI in Assemblea Capitolina sono, immagino, pronti a rigettare una tale abiura, ma non è questo il punto. Sentirsi liberi e fieri di compiere atti simili è la spia di un problema molto grave che sta emergendo sempre di più con l’avanzamento delle destre italiane alle quali i suoi leader ahimè, Salvini e Meloni non pongono freni. Per questo dovremmo impedire loro di trasformare l’Italia in un paese dell’odio. A partire dalle elezioni regionali di settembre fino ad arrivare a Roma. Su Gabrio Vaccarin vestito da SS, interviene anche l’onorevole Rizzetto oggi impegnato nella campagna di raccolta firme per mandare a casa il governo: «Non lo conosco personalmente e entro le prossime ore sentirò lui e il segretario provinciale per bonificare questa situazione assolutamente inaccettabile- commenta alla Stampa Walter Rizzetto, deputato di Fratelli d’Italia, capogruppo di Fratelli d’Italia in commissione Lavoro, segretario regionale di Fratelli d’Italia in Friuli Venezia Giulia-. Ho saputo ieri sera di questa foto e mi sono subito attivato per cercare di capire quali azioni intraprendere. Sembra che si tratti di una foto di carnevale di qualche anno fa, ma ciò non giustifica perché non mi vestirei mai con quella divisa e ho impostato tutta la mia segreteria regionale sul fatto che fortunatamente un certo periodo storico è passato per sempre e Fratelli d’Italia deve occuparsi di lavoro e problemi della gente guardando sempre avanti. Finché sarò segretario regionale sarà questa la linea del partito”.

Related posts