6 Agosto 2020 - 11:58 pm


Il blog dei badilanti

radiobadile@gmail.com
Breaking News

GradoCiclabile Exxx…Polzive!!! Sindaco e ciclisti infuriati con FvgStrade: Dal mese di maggio nessuno risponde alle richieste del comune. La ciclovia AlpeAdria sembra una foresta. Il presidente Fantelli tira 62mila euri/anno. 4 direttori, 100mila euri a testa. Il nuovo capostruttura marketing, cocco di Riccardi, 50mila. Latrina Esplosiva.

 

Grado abbandonata, ignorata. L’isola più elegante e raffinata di tutto il Nord dell’Adriatico (Alma Mahler) devastata dall’indolenza di FVG Strade. La partecipata della regione che si occupa di strade e della loro manutenzione: Il sindaco Raugna furioso. Il presidente Fantelli era stato presentato da Fedriga come il manager più adatto a rinfrescare la Spa: 62 mila euri/anno. Nel CDA anche Gallizia e Anzit.

I direttore sono diversi, Castellotti, Didoné, Zucchi, Vittori, ognuno tira mediamente 100 mila euri/anno. Da quest’anno è stata inventata la struttura del marketing per recuperare il cocco di Riccardi, trombato alle elezioni regionali, ovvero Igor Treleani. E’ Lui il direttore della struttura circa 50 mila euri/anno. Intanto la ciclabile di Grado è invasa dalle erbacce. Ecco il dispaccio di Raugna: 

“Nonostante gli innumerevoli solleciti inviati a FVG Strade già a partire dal mese di maggio ai quali nessuno si è mai degnato di rispondere, e nonostante sul sito della FVG Strade siano indicate con precisione le competenze della società sulla rete viaria regionale tra cui risulta in maniera inequivocabile quella sulla translagunare, compresa la ciclabile, il Comune di Grado, conscio del fatto che il cicloturismo rappresenta asset strategico per la nostra località, per una questione di decoro e di incolumità degli utenti valuterà la possibilità di intervenire con proprie risorse in tempi brevissimi distogliendo il personale da altre mansioni su cui sarebbe competente.

É inaccettabile che una località come Grado, che vanta il più alto numero di Bandiere Blu e 5 Bike Smile di Fiab per la sua ciclabilità, rimanga vittima di queste inefficienze. Se FVG Strade non è nemmeno in grado di rispondere ai nostri numerosissimi solleciti sarà il caso che la Regione trasferisca al Comune le competenze sugli sfalci delle ciclabili e le relative risorse, dandoci la possibilità di intervenire tempestivamente come già avviene per i tratti di nostra competenza.

 

Related posts