20 Febbraio 2020 - 8:27 am


Il blog più querelato del Nord

Breaking News

PolverieraZanin Exxx…Polzive!!! Ignorata la richiesta di aspettativa del presidente del consiglio Fvg da direttore generale di Mtf srl. L’impaccio di Forza Italia. Esclusivo.

Forza Italia Fvg nel caos. Dopo Riccardi, finisce sulla graticola anche Zanin.

Si è riunito stamattina il Cda di Mtf srl, la partecipata a capitale pubblico con Sede a Lignano finita nella bufera per via dei magheggi compiuti dall’amministratore, responsabile anticorruzione e direttore generale, Pietro Mauro Zanin. E’ stata data lettura di una sua comunicazione in cui avanzava la richiesta di aspettativa dal ruolo di dirigente con decorrenza 10 febbraio. Il vulnus risiede nelle modalità in cui si è autoassunto dirigente senza concorso quando la società era privata.

L’assemblea ha ignorato il contenuto e la richiesta (Gerolin: “Non abbiamo neanche preso atto…”). Una situazione pericolosamente delicata per Zanin che va a sfiorare il suo ruolo di presidente dell’assemblea regionale FVG, incrocia quello di Zubin, segretario generale del consiglio e disarticola i gruppi consiliari di maggioranza. Figura di merda planetaria di Forza Italia che ancora non ha mosso un dito in difesa del presidente del consiglio cui Riccardi e Savino avevano riposto tutta la loro fiducia per il rilancio del partito. I rimbalzi della riunione riferiscono che il presidente Gerolin è in attesa del parere di un pool di legali che sta analizzando minuziosamente la questione. Sullo sfondo, la sprekopolis locale di una partecipata a capitale pubblico che fornisce un servizio di raccolta rifiuti solo per un comune: quello di Lignano Sabbiadoro del sindaco Fanotto, unico caso in Italia. Che senso ha mantenere in attività questa Mtf, vista la pressante indicazione del legislatore di seguire la via dei servizi integrati? 

Related posts