31 Marzo 2020 - 2:56 am


Il blog più querelato del Nord

Breaking News

LegaFvg Exxx…Polzive!!! In Friuli VG il partito di Fedriga ignora il comparto più perseguitato dalla magistratura, oltre 150 contadini indagati; l’assessore regionale Zannier in Germania a festeggiare il concorso Sauvignon costato 150mila euri, coltivatori senza mutande; in elaborazione un esposto alla Corte dei Conti

Un anno fa gli agricoltori in corteo per Fedriga a Reana del Rojale, oggi, presi per il culo dalla LegaFvg.

In questi giorni, a Udine e Pordenone c’è un intenso via vai di persone da uno studio legale all’altro. Sono i proprietari dei 236 i terreni agricoli sequestrati dal Tribunale di Udine in esecuzione dei tre decreti emessi dai Giudici per le Indagini preliminari. La Procura di Udine ha dimostrato che nel 2018 ben 152 agricoltori hanno fatto uso massiccio di fitofarmaci per la coltivazione dei campi di mais, senza rispettare le severe prescrizioni in materia ambientale e di sicurezza.

Nessun esponente politico di livello comunale, zonale o regionale è intervenuto per cercare di capire cosa fosse successo, anzi, disinteresse totale, come quello dimostrato dall’assessore leghista Zannier che ha preferito salire in Germania a Dusseldorf per i festeggiamenti del Sauvignon (150mila euri l’organizzazione) che l’Ersa ha organizzato e pagato.

Agricoltori senza mutande e su tutte le furie, come riferisce il senatore Saro oggi dalle colonne del Messveneto: «Invece di colpire i poveri agricoltori, i primi a volere tutelare il territorio – dice –, sarebbe stato più utile istituire un tavolo di confronto preventivo, per approfondire la questione tra le parti in causa: inquirenti, esperti e rappresentanti degli agricoltori. Una collaborazione costruttiva – incalza –, tale da evitare apprensione ai pochi che si occupano ancora di questo settore e che non sono certo mascalzoni e neppure delinquenti. In questo modo, invece, il rischio è che nessuno coltivi più per paura di incorrere in qualche sanzione». Il pensiero corre alle altre inchieste che hanno investito il settore agroalimentare. «Questa situazione – afferma – sta creando grande disagio tra gli operatori, gente per lo più anziana che dalle coltivazioni trae margini ridottissimi di guadagno, anche perchè segue altri procedimenti non meno penalizzanti, come quelli sulle aflatossine nel latte e sul sauvignon “dopato”».

Il pensiero va a un anno fa, all’impegno che molti imprenditori agricoli avevano dedicato e si erano impegnati per favorire la candidatura di Fedriga come candidato presidente, i trattori erano parcheggiati di fronte alla sede della Lega di Reana del Rojale, era il 20 marzo, Salvini si commosse.

Oggi, i legislatori friulani, appagati, girano le spalle ai poveri contadini. Anzi, organizzano concorsi da 150mila euri senza rendicontazione fregandosenbe dei contadini perseguitati. Per questo motivo sarà trasmesso un esposto alla Corte dei Conti di Trieste. Agricoltura sana, regione infetta. Contadini senza mutande.

Related posts