27 Settembre 2020 - 5:50 am


Il blog dei badilanti

radiobadile@gmail.com
Breaking News

LetameItalia Exxx…Polzive!!! Trema il FVG. 3 deputati della Lega, uno dei 5Stelle e uno di ItaliaViva hanno tirato il bonus INPS da 600 euri. Coinviolti circa 2000 percettori fra consiglieri regionali, sindaci e amministratori. Giorgia Meloni ai friulani: Dichiarate “Bonus INPS io no!” in modo che i nomi emergano. Salvini: “Sospensione immediata”. Esclusivo

Trema il mondo politico nazionale e anche quello regionale. La faccenda è devastante. Giorgia Meloni, per sgombrare il campo da sospetti, invita ogni parlamentare, sindaco, consigliere regionale, amministratore coinvolto a dichiarare «#Bonus Inps io no!». In modo che i nomi emergano lo stesso, per esclusione”. Trema il Friuli Venezia Giulia. 

Un petardo nucleare sta scoppiando fra le mani dei politici nazionali e locali. Secondo quanto rivelato dal quotidiano La Repubblica, cinque parlamentari e un conduttore Tv avrebbero richiesto nei mesi scorso all’Inps il bonus da 600 euro (per i mesi di marzo e aprile; da mille per il mese di maggio) destinato a partite Iva, co.co.co, liberi professionisti, e previsto dai decreti Cura Italia e Rilancio durante l’emergenza Covid. Ad accorgersi delle richieste sarebbe stata la Direzione centrale Antifrode, Anticorruzione e Trasparenza dell’Inps, una struttura creata dal presidente Pasquale Tridico. I nomi dei parlamentari non sono noti, per motivi di privacy.

Tre deputati della Lega, uno del Movimento e l’ultimo di Italia Viva. Tra i coinvolti duemila tra assessori regionali, consiglieri, sindaci e governatori.

Matteo Salvini, oltre a condannare il comportamento dei deputati, accusa l’Inps. “Che un parlamentare chieda i 600 euro destinati alle partite Iva in difficoltà è una vergogna. Che un decreto del governo lo permetta è una vergogna – attacca Salvini – ma che l’Inps abbia dato quei soldi è una vergogna”. E aggiunge: “Chiunque siano i deputati, procedere con l’immediata sospensione”.

Definisce la vicenda “uno squallore” la leader di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni. “Una brutta storia di deputati avidi e governo incompetente – afferma – sulla quale pretendiamo massima chiarezza. Intanto, visto che l’Inps non fa i nomi per questione di privacy, invito ogni parlamentare a dichiarare #Bonus Inps io no!. In modo che i nomi emergano lo stesso, per esclusione”. Chi sono i disperati? Letame Italia. 

Related posts