3 Luglio 2020 - 5:56 pm


Il blog più querelato del Nord

Breaking News

ManiKomioCentroDestraFVG Exxx…Polzive!!! La crisi del Mojito raggiunge il Friuli. La Lega si sbrega. Fedriga attende la chiamata di Salvini. A Trieste nulla sarà più come prima. Il Nord nell’abisso.

Come anticipato dal blogger, il vertice di maggioranza FVG che si è tenuto ieri a Udine, ha avuto un esito devastante dalle conseguenze imprevedibili che oggi anche “IlPiccolo” di Trieste ne dà conto. Al vertice udinese di ieri la tensione era altissima (vedi leopost 22 agosto), resa ancor più asfissiante dalle percussioni romane che hanno letteralmente fatto perdere la tramontana alla Lega del tafazziano Salvini. Secondo il quotidiano triestino, qualora il capo dello stato fosse costretto a sciogliere le camere, Salvini vorrebbe con sé la squadra migliore per ottenere il miglior risultato possibile. In questo caso, e alla luce delle critiche che sono piovute in questi giorni contro il “Capitano” dalla parte più eretica della Lega, Salvini potrebbe contare sulla fedeltà del presidente Fedriga per dare l’assalto al palazzo. Capitalizzare i voti del Carroccio che fa riferimento ai colonnelli e pazienza se Zaia, Maroni e altri non lo seguono. Per questo motivo, sempre secondo “IlPiccolo”, Fedriga potrebbe mollare tutto e candidarsi alle nazionali. L’ipotesi avrebbe come prima conseguenza l’attivazione del principio simul stabunt simul cadent, secondo cui la regione chiuderebbe i battenti e tutti a casa senza appello. Nuove elezioni regionali nel 2020 con tutte le incazzature degli oltre 50 consiglieri eletti (considerando anche gli assessori dimissionari) che si sono svenati per la campagna elettorale. Sono ipotesi ma che rendono bene l’idea della tensione e dell’impaccio che attende il centrodestra FVG all’apertura dei lavori del prossimo autunno. Nulla sarà più come prima e intanto il Friuli sprofonda nell’abisso.

Related posts